“Quanto accade nella sanità è veramente sconcertante”

0

VIAREGGIO – “Quanto accade nella sanità è veramente sconcertante, dal blocco dei prelievi a causa della mancanza di etichette, alla frequente mancanza dei farmaci all’erogazione diretta probabilmente dovuta allo spostamento del magazzino in carico alla asl 12 Versilia, alle porte degli ambulatori delle visite all’Ospedale Unico, troppo strette per le barelle del Pronto Soccorso, all’interno del quale oltretutto si possono notare infilrazioni di pioggia, alla “destinazione” delle visite in un qualsiasi Ospedale toscano, (che per un viareggino potrebbe anche essere all’Isola d’Elba)”.

Lo scrive in una nota Maria Domenica Pacchini, della Lega Nord:

“Ma come si fa ad accettare una destinazione tanto “decentrata” anche solo per fare una radiografia? Bene, rinunciando alla prima proposta utile, quella successiva in un ospedale meno lontano dalla propria residenza, non ha più alcun vincolo temporale, a questo punto il decreto legislativo n. 124 del 1998 che stabilisce, nel caso di un appuntamento troppo lontana dalla richiesta, che la prestazione possa essere effettuata presso privati al solo pagamento del ticket, resta efficace?

Prendo inoltre atto, come Consigliera Comunale e membro della Commissione Servizi alla persona, della sospensione “in attesa di sviluppi”della mozione presentata da alcuni capigruppo di  minoranza  di Viareggio,inerente una richiesta di Consiglio Comunale sul tema sanità tra i Sindaci della Versilia. In attesa che i Presidenti del Consiglio dei vari Comuni “trovino la forma più consona per organizzare l’evento” i cittadini affrontano quotidianamente le stesse gravi problematiche”.

 

No comments