Ultime News

Quasi 3 milioni all’Autorità portuale regionale

Assegnate all’Autorità portuale regionale le risorse necessarie per le spese correnti per l’anno 2020 e gli investimenti da portare avanti nelle prossime annualità. La Giunta regionale toscana ha infatti approvato nel corso della sua ultima seduta una delibera, proposta dall’assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, che destina all’Autorità oltre due milioni di euro per le spese di gestione prorpie, dei quattro Porti cui presiede (Viareggio, Isola del Giglio, Porto Santo Stefano, Marina di Campo) e del Canale Burlamacca, oltre a 970.000 euro destinati ad investimenti da portare avanti tra il 2020 e il 2022.

In particolare sono stati assegnati:
– € 850.000 per le spese correnti dei quattro porti principali commerciali toscani (per Viareggio 620.000 euro, per Porto Santo Stefano 130.000 euro, per l’Isola del Giglio 50.000 euro e per Marina di Campo altri 50.000 euro);
– € 927.000 per le spese di funzionamento ordinario dell’Autorità stessa;
– € 385.000 per la manutenzione ordinaria e la gestione delle funzioni amministrative del Canale Burlamacca.

Inoltre sono stati destinati agli investimenti in programma altri 970.000 euro, buona parte dei quali servirà per potenziare e riqualificare in particolare il Porto di Viareggio (€ 250.000 per la progettazione definitiva del nuovo sabbiodotto nel 2020; € 120.000 per opere complementari della banchina commerciale nel 2021; € 400.000 per lavori di escavo all’imboccatura del porto Nel 2022), mentre con € 200.000 si provvederà alla manutenzione straordinaria di tutti i Porti di competenza.

“Siamo soddisfatti – ha spiegato l’assessore Ceccarelli – del lavoro portato avanti dall’Autotrità portuale regionale, sia nella gestione ordinaria che per quanto riguarda la riqualificazione ed il potenziamento dei Porti commerciali regionali e del Canale Burlamacca. Le risorse assegnate quest’anno per gli investimenti andranno in particolare a favore del Porto di Viareggio, che ha evidenti peculiarità rispetto agli altri tre porti gestiti dall’Autorità, e serviranno soprattutto di dare operatività alla banchina commerciale recentemente terminata e collaudata e per rendere effettivamente possibili attività a lungo programmate come la crocieristica di piccolo/medio cabotaggio e di charter nautico. Naturalmente questo non significa dimenticare gli altri porti, dove lavori importanti sono in corso o sono già stati realizzati nelle annualità precedenti: al Giglio, ad esempio, si procederà quest’anno con il secondo lotto per il completamento della riqualificazione della pavimentazione delle banchine; a Porto Santo Stefano saranno eseguiti lavori per 100.000 euro per l’illuminazione del molo Garibaldi, recentemente concluso, oltre a terminare la riqualificazione della pavimentazione, al momento in corso; infine per Marina di Campo sono in corso i lavori per circa 600.000 euro per il rifiorimento della diga foranea”.