Rapina ad Arezzo: pistole in pugno e un agguato nel parcheggio di un hotel

AREZZO –  Una rapina in piena regola: volto travisato da passamontagna, pistole in pugno e un agguato nel parcheggio di un hotel. Il terribile episodio è avvenuto nella serata di ieri nel parcheggio del Park Hotel di Battifolle. Vittime due operatori del settore orafo provenienti dalla Campania e ad Arezzo per partecipare ad un meeting tra imprenditori orafi e argentieri.

Erano le 19 circa quando i due sono usciti dall’hotel e con un trolley hanno attraversato il parcheggio. E proprio qui si è consumato l’agguato: complice il buio, due rapinatori si sono avvicinati agli orafi e hanno puntato contro di loro una pistola. Si sono fatti consegnare il trolley e si sono dati alla fuga. Magro il bottino: 52mila euro di assegni non spendibili perché già intestati al destinatario e per i quali è stata immediatamente sporta denuncia e imposto un blocco e gli effetti personali delle vittime.

I rapinatori si sono poi allontanati e sono scappati con un’auto. Stando ad una prima segnalazione, si sarebbero dileguati a bordo di una Panda di colore rosso, ma secondo gli inquirenti (procede la Squadra Mobile della Questura di Arezzo) è possibile che abbiano utilizzato una vettura diversa, dalle prestazioni più adatte ad una fuga.

Adesso è caccia all’uomo. La Polizia sta battendo ogni pista: da quello dell’allontanamento attraverso l’autostrada (via di fuga più rapida ma allo stesso tempo più controllata), ad altre possibilità di fuga. Al vaglio anche le telecamere della zona e del tratto autostradale per cercare di ricostruire i movimenti dei malviventi.