Rapina due ragazzi poi per scappare si tuffa nell’Arno

PISA- Tuffo in Arno per sperare di farla franca dopo aver commesso una rapina. Nel mirino due studenti. Il malvivente si è scagliato contro di essi riuscendo a sottrarre il cellulare ad uno dei due; ne è scaturita una colluttazione nel corso della quale lo studente rapinato è rimasto lievemente ferito ad una mano. Il rapinatore è fuggito mentre l’altro ragazzo ha avuto la prontezza di chiamare la Polizia.

Le pattuglie, arrivate in zona, hanno individuato e raggiunto l’uomo in Lungarno Galilei.

Il ladro ha gettato il cellulare in una siepe, è sceso dalle spallette e si è lanciato nel fiume sotto il Ponte della Fortezza. Una nuotata di circa 500 metri prima di venire intercettato da un gommone dei Vigili del fuoco con a bordo anche due agenti della Polizia che lo hanno ammanettato.
Il rapinatore, di identità non nota alla Questura, ha dichiarato essere un gambiano 30enne.