Renzi chiude la Leopolda con la “guerra alle fake news”. Annunciati bonus a famiglie con figli e servizio civile obbligatorio

0

FIRENZE – Si è chiusa con il pienone la Leopolda numero 8: dal palco della Stazione fiorentina, dove i cancelli sono stati chiusi dopo mezzogiorno per raggiunti limiti di capienza, il segretario del Pd Matteo Renzi ha dichiarato guerra alle “fake news”, che saranno oggetto di un report periodico a cura del partito, ha annunciato per la campagna elettorale bonus di 80 euro alle famiglie con figli e servizio civile obbligatorio, e ha promesso “pari dignità” agli alleati della nascente coalizione di centrosinistra. Lungamente applauditi, fra gli altri, anche il viceministro Teresa Bellanova e la giornalista sotto scorta Federica Angeli.

 
“La Leopolda ancora una volta non si smentisce: in questi tre giorni abbiamo vissuto un’atmosfera molto positiva, con tanti contributi, tante voci di una bella Italia che vuole scommettere sul cambiamento e che non si arrende alla rassegnazione, ma sente di poter investire nel futuro. Abbiamo visto un popolo che vuole opporsi tanto alle bugie e all’irresponsabilità dei 5 Stelle quanto al liberismo esasperato privo di welfare e protezione sociale del centrodestra: questo ci da’ la forza per affrontare con fiducia l’ultimo scorcio di legislatura e la prossima campagna elettorale”, lo dichiara la vicepresidente del Senato Rosa Maria Di Giorgi, al termine dell’ottava edizione della Leopolda.
 
“Pari opportunità, solidarietà sociale, lotta alla povertà, cultura, sicurezza: sono questi i valori , come giustamente ha ricordato Matteo Renzi nel suo intervento, dobbiamo improntare il governo del centrosinistra”, aggiunge Di Giorgi.
 
“A questo aggiungiamo un rapporto non supino con l’Europa, ma in una prospettiva convintamente europeista, ed anche la rivendicazione di quanto di buono è stato fatto in questi anni dal nostro governo, come le discussioni ai tavoli tematici hanno dimostrato”.
 
“Con queste premesse e questo entusiasmo sono sicura che potremo conquistare il consenso degli italiani e delle italiane e vincere le prossime elezioni”, conclude Di Giorgi.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: