Reperti antichissimi esposti in salotto: denunciati

Esponevano come oggetti di arredamento anfore e reperti unici del primo secolo a.C. dal valore inestimabile Nel salotto della loro abitazione, sul lungomare di Livorno. I tre proprietari sono stati denunciati, in concorso, dai finanzieri del Roan di Livorno al comando di Maurizio De Pierno, per “impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo Stato” e “violazione in materia di ricerche archeologiche”. L’operazione dei finanzieri a tutela del patrimonio archeologico, si è conclusa con il sequestro di otto reperti di pregevole valore storico-culturale. Il sequestro è stato possibile alla fine di una perquisizione mirata, effettuata sulla base dell’attività investigativa svolta a seguito di alcune segnalazioni, all’interno di un’abitazione privata della città.