Riapertura librerie e cartolerie, Pieroni: “Piccolo segnale di ripresa culturale”

FIRENZE – Il nuovo decreto legge firmato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte, annunciato venerdì sera nel corso di una conferenza stampa, consente la riapertura a partire da martedì 14 aprile di una serie di attività di cui fanno parte anche le librerie e le cartolerie. Un elemento, questo, che porta il presidente interprovinciale di Federcartolai Confcommercio Dante Pieroni ad esprimere alcune considerazioni al riguardo.

“E’ chiaro – afferma Pieroni – che la fase dell’emergenza non si sia ancora conclusa e che l’estensione di molte restrizioni decisa dal Governo sia il segnale inequivocabile che ci sia ancora da avere pazienza e attendere qualche settimana prima di poter riprendere un graduale percorso di ripresa e ritorno alla normalità”. “Al tempo stesso però – aggiunge il presidente di Federcartolai – vogliamo cogliere un segnale positivo e di speranza nella decisione di riaprire alcune categorie di attività come quelle delle librerie e delle cartolerie. Un segnale di speranza che lascia intravedere uno spiraglio di luce in fondo al tunnel, che passa anche da una ripresa di una vita culturale che la lettura di un buon libro sa garantire. Ma pensiamo anche ai bambini e alle loro esigenze, che in parte saranno soddisfatte da queste riaperture”. “Insomma – conclude Pieroni -, non basta certo riaprire qualche attività per lasciarsi alle spalle la tragica fase storica che tutti noi stiamo vivendo, ma speriamo di cuore che questo possa essere un primo passo concreto verso un lento ritorno alla normalità”.