Ricoverato in ospedale, gli occupano casa: gli abusivi avevano anche cambiato la serratura

AREZZO – Un cittadino ha chiamato il 113, affermando di non riuscire ad entrare nell’abitazione dello zio, con le chiavi in suo possesso perché la serratura della porta d’ingresso era stata sostituita.

Lo stesso specificava che l’immobile non era più abitato dal gennaio scorso, in quanto il proprietario era ricoverato in gravi condizioni presso idonea struttura, e che aveva la necessità di accedervi per prendere alcuni farmaci.

Gli operatori intervenuti, sentendo alcuni rumori provenire dall’interno dell’abitazione, bussavano ripetutamente alla porta,- riuscendo alla fine a convincere ad aprire gli occupanti, un uomo ed una donna italiani,  che venivano identificati in B.M. di anni 48 e D.F.P. quarantareenne, entrambi senza fissa dimora.

I due ammettevano di essersi introdotti clandestinamente nell’appartamento una decina di giorni prima, cambiando la serratura della porta d’ingresso, ed insistevano nel voler rimanere nell’abitazione non avendo altro luogo in cui vivere.

A seguito di lunga e incisiva attività di persuasione, anche con la mediazione della Polizia Municipale fatta intervenire sul posto, dopo aver sanzionato i soggetti responsabili dell’avvenuta occupazione, gli stessi venivano affidati ad Ente preposto per l’assistenza

Lascia un commento