“Rinviare a ottobre il porta a porta in Passeggiata”

VIAREGGIO – “Avviare il porta a porta sul Lungomare all’inizio della stagione turistica e senza neppure avere le idee chiare di come funzionerà è da folli e irresponsabili”.
La nota stampa arriva dal consigliere di Forza Italia Alessandro Santini:
“Ha una vaga idea, l’assessore Pesci (che ha partorito questa bella pensata ma giovedì non è stato capace di rispondere a una sola delle domande degli operatori turistici) di come si trasformi la nostra Passeggiata, d’estate? Del numero di persone che frequentano gli stabilimenti balneari, gli alberghi e soprattutto le seconde case? Questi turisti, in particolare, che non troveranno più i contenitori per la spazzatura, come la smaltiranno? E se anche volessero informarsi dai residenti, come faranno se gli stessi cittadini saranno nelle loro stesse condizioni, cioè catapultati in piena stagione in un sistema sconosciuto e poco chiaro anche a chi glielo impone? E il presidente dei balneari viareggini, Pietro Guardi, è così che difende la sua categoria? Cosa risponderà ai turisti che, per raggiungere le nostre spiagge, passeranno fra due ali di bidoni multicolore e puzzolenti? Cosa dirà se quegli stessi bidoni intralceranno il lavoro di qualche soccorritore? Per 6 anni ho ricoperto a Camaiore lo stesso ruolo amministrativo di Pesci e posso dire con assoluta certezza che quando si modificano dinamiche che incidono sul quotidiano di una comunità, come la raccolta dei rifiuti, gli “alleati” più forti di un’amministrazione sono proprio i cittadini: sono loro che, una volta compreso e assimilato il nuovo sistema, permettono a turisti e avventori di seguirlo a loro volta, correttamente. Per questo sostengo totalmente la richiesta di balneari e commercianti del Lungomare, per rinviare la partenza del nuovo sistema di raccolta a ottobre. Ma è evidente che delle loro istanze, legittime e motivate, all’amministrazione Del Ghingaro interessa poco o niente: come per la questione dehors, è solo in cerca di una medaglia che dopo 11 mesi dia un minimo di concretezza al suo operato”.

Lascia un commento