Ruba al Sea Gulls e fugge in bici: disarmato dei coltelli e arrestato

0

VIAREGGIO –  Nel corso della nottata appena trascorsa i Carabinieri della Stazione di Viareggio hanno tratto in arresto in flagranza di reato Yassin Hamdoun, nato in Marocco classe 1993, in Italia senza fissa dimora, nullafacente, incensurato, non in possesso di permesso di soggiorno, poiché ritenuto responsabile di furto aggravato, ricettazione e possesso abusivo di armi.
In particolare i militari alle 3:40 circa, a seguito di una chiamata pervenuta al numero unico di emergenza 112, intervenivano in Piazza Campioni ove delle guardie di vigilanza privata avevano bloccato un cittadino marocchino che stava tentando di allontanarsi dal ristorante “Sea Gulls” a bordo di una bicicletta. Una volta giunti sul posto i Carabinieri sottoponevano a perquisizione il cittadino straniero che veniva da prima disarmato di 3 coltelli a serramanico, 2 coltelli da cucina e 1 cacciavite e successivamente trovato in possesso del seguente materiale:
· 30 bottiglie di bibite di varia tipologia;
· 1 confezione di gelato del peso di 5 kg;
tutto risultato trafugato proprio dal ristorante “Sea Gulls”.
Inoltre lo stesso veniva anche trovato in possesso di:
· 1 ricetrasmettitore marino;
· 1 monitor per imbarcazioni;
di cui il cittadino extracomunitario non riusciva a giustificare la provenienza.

indexInoltre i militari accertavano che lo straniero  per assicurarsi una fuga più agevole si era procurato la bicicletta spaccando la catena che la legava ad un palo.
Il cittadino marocchino veniva quindi condotto in caserma e, terminate le formalità di rito, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione Carabinieri di Viareggio in attesa dell’udienza di convalida che ha avuto luogo questa mattina presso il Tribunale di Lucca e a seguito del quale l’uomo è stato condannato alla pena di 10 mesi di reclusione e al pagamento della multa di 400 euro, con pena sospesa in considerazione dell’assenza di precedenti condanne subite.
Sono in corso indagini al fine di individuare i proprietari di tutta la refurtiva recuperata.

No comments