Rubava soldi agli anziani assistiti: nei guai un avvocato

SIENA – Si appropriava sistematicamete delle risorse economiche degli anziani di cui era amministratore di sostegno, lasciando questi ultimi in situazioni di grave indigenza, con importanti debiti e nascondendo il tutto al giudice tutelare attraverso false relazioni periodiche.

Un avvocato di Siena, con studio personale in un comune della provincia, è stato per questo arrestato ieri (martedì 11 giugno) con le accuse di peculato continuato, falso materiale e falso ideologico. La donna si trova adesso ai domiciliari con divieto assoluto di comunicare con l’esterno. Le sono inoltre stati sequestrati preventivamente quasi 90mila euro.

Dalle indagini è emerso che alcuni degli anziani di cui l’avvocato era amministratore di sostegno erano ricoverati in Rsa e che addirittura la professionista “in un caso si sarebbe spinta a creare un falso provvedimento del giudice tutelare, che gli avrebbe consentito di ottenere un finanziamento per 16mila euro gravante sulle finanze dell’amministrato”. L’avvocato era già stata indagata per fatti analoghi, nel dicembre 2018 le erano stati sequestrati 55mila euro.