I politici sotto… le lenzuola: Massimo Mallegni si “confessa” alla psico-sessuologa

0

( A cura della psicosessuologa Patrizia Mascari ) – Sguardo azul macaubas, ordinata ‘criniera’ sale e pepe, entusiasmo che non pare scalfito più del dovuto da ruvidi ed acri episodi  di vita……chi si cela sotto l’IDENTI-SEX?

MASSIMO MALLEGNI

Classe 1968 una ex-moglie, una attuale e…. tre figli, stile moderna famiglia allargata,     albergatore, ex primo cittadino della piccola Atene.

Si definisce irritabile, arrogante, presuntuoso e simpatico ma anche egocentrico e  narcisista due aspetti che vede come un limite! Dice anche di non essere stato un santo, specie dai 20 a 30,  ma…una volta scollinato gli ‘enta’ ecco che arriva, insieme alla futura moglie, il bisogno di più equilibrio e meno eccessi!

Benvenuto in Rubrisex! La ringrazio di essere nostro ospite, la nostra sarà

UNA SEXY INTERVISTA

P. Mascari: Un bacio alla francese  mancato e….molto rimpianto!

M.Mallegni: “Francamente non ricordo qualcosa del genere da rimpiangere ….”

PM: Sexy-scheletri nell’armadio…..ci si è mai dovuto nascondere?

MM: “Nooo… non è per me il sesso con quel tipo di rischio….”

PM: le è mai capitato il ….temutissimo …. Flop?

MM: “Per ora no, forse perché non sono uno che passa da un letto ad un altro e quando faccio l’amore è con qualcuno con cui è stato costruito qualcosa di intimo e forse questo è un buon antidoto per il flop!

PM: Avrà sentito parlare di  BDSM un ‘vizietto’ di alcuni che…..di giorno vita normalissima e nottambuli a privatissime feste con mistress, sottomessi al guinzaglio, frustini e  ‘giochi’ sessuali alternativi  fra piacere e dolore.  Che ne pensa dei desideri sessuali atipici?

MM: “Che non fanno per me! Forse sembrerò un  80enne ma mi sentirei impedito nei movimenti se dovessi indossare indumenti di pelle o chissà che altro in un momento di intimità  con la mia compagna. Penso anche che certi comportamenti siano una specie di esagerazione legata ad una dose massiccia di esposizione mediatica al sesso. Tutto questo fa parte di una cultura dell’esasperazione. Purtroppo in pochi sono disponibili ad accettare che ‘in medio stat virtus’. Non si può mangiare piccante tutti i giorni ….”

PM: Parliamo delle inconfessabili fantasie erotiche l’anima del desiderio  …può rivelarci la sua più frequente ma… proibita quanto basta…siamo in fascia protetta!

MM: “Far l’amore in  quota…..nella toilette di un aereo con mia moglie!”

PM: ‘Il potere è afrodisiaco supremo’  ha detto kissinger cosa ne pensa?

MM: “Il riflettore del potere fa apparire la persona più alta, più bella, più più più…. insomma sta all’uomo ‘sterilizzare’ il ruolo ed enfatizzare la persona, per non perdere di vista la realtà.”

PM: Si vocifera che Lei è il sogno proibito delle ‘pietrasantine’ che ne pensa?

MM: “Non saprei.. ma spero che  se è così è  perché mi vedono come un buon marito, buon padre… amante…..zio….”

Concludo l’intervista con qualche sexy-curiosità sul nostro ospite:  è un tipo da slip e non da boxer, apprezza le calze autoreggenti addosso ad una donna, e senza esitazioni al bisogno usufruirebbe della pillola blu allo stesso modo in cui  prende la pasticca per il mal di testa!

Ringrazio ancora Mallegni della sua  simpatica disponibilità!

Arrivederci al prossimo Special Guest!!

( foto di Iacopo Giannini )

No comments

*