Le pillole dell’amore, tra leggende metropolitane e miti da sfatare

0

( di Luca Lunardini ) – Nella puntata scorsa (“Viagra, Cialis e dintorni: la rivoluzione continua… sotto le lenzuola”) abbiamo chiacchierato delle pasticche dell’amore: VIAGRA, CIALIS, LEVITRA, SPEDRA. Abbiamo accennato alla loro storia e ai loro “meriti” e “limiti”.

Ma le curiosità del grande pubblico, femminile compreso, non si sono certo esaurite.

Allora oggi proviamo a SFATARE QUALCHE MITO su queste “pilloline”: “VERO O FALSO”?

1.       SONO PERICOLOSE!  FALSO! Gli effetti collaterali compaiono solo in un 10-15% dei pazienti e quasi sempre danno luogo a disturbi di lieve entità. Di solito lieve di mal di testa, bruciori di stomaco, fastidi dovuti a congestione nasale. Temporanee alterazioni della visione (la cosiddetta “vista blu”, con il Viagra) e mal di schiena (Cialis) sono disturbi ancora più sporadici.

2.       NON SONO INDICATE PER CHI SOFFRE DI PRESSIONE ALTA: FALSO! Anzi, falsissimo: possono addirittura far bene. Tanto che per curare l’ipertensione polmonare, malattia rara ma molto grave, si usa anche una particolare forma di Viagra, nato d’altra parte proprio come farmaco per chi soffre di ischemia cardiaca. Le controindicazioni all’uso di queste pillole sono piuttosto per chi ha la tendenza ad avere pressione troppo bassa, ma è questo un problema che riguarda davvero pochi maschi.

3.       I CARDIOPATICI NON POSSONO PRENDERE VIAGRA: FALSO e VERO al tempo stesso. Quasi tutti i cardiopatici le possono assumere sotto controllo medico. Sono controindicate solo nell’1% dei casi, cioè per i malati in cura con nitrati, che hanno un’azione simile: in questi casi si può infatti scatenare una crisi ipotensiva, per cui la pressione si abbassa troppo.

4.       POSSONO INDURRE SORDITÀ: strano ma VERO. E’ un evento molto raro (poche decine di pazienti su…milioni!) ma è comunque capitata di assistere ad un’improvvisa perdita dell’udito, acufeni (suoni nell’orecchio) e vertigini dopo l’assunzione di queste pillole. Semplice consiglio: se si avvertono problemi all’udito, meglio sospendere subito l’assunzione e confrontarsi con il medico curante.

5.       AUMENTANO IL DESIDERIO SESSUALE: FALSO! Non sono afrodisiaci: non danno eccitazione, aiutano a funzionare meglio solo se la situazione è eccitante. Negli altri momenti (al lavoro, al ristorante, in auto, in piscina) no.

6.       TUTTAVIA UN PO’’ AIUTANO SE IL PROBLEMA E’ PSICOLOGICO: VERO. Queste pillole aiutano ad esempio in caso di ansia da prestazione, aiutando a interrompere il circolo vizioso: lo stress infatti altera la pressione, arriva meno sangue ai genitali, l’erezione avviene a fatica e questo genera altro stress… Garantendo un migliore flusso di sangue, le pillole dell’amore contribuiscono così a dissolvere lo stress.

7.       SI POSSONO COMPRARE SENZA RICETTA: FALSO. In Italia la prescrizione del medico è indispensabile. Quindi, cari lettori, ATTENZIONE AGLI ACQUISTI SU INTERNET.

RubriSex la rubrica di sessuologia è tenuta da:

PATRIZIA MASCARI, PSICOLOGA, CONSULENTE DI COPPIA È PROFESSORE A.C. UNIFI, AUTRICE DI NUMEROSE PUBBLICAZIONI, TRA CUI “L’IMMAGINARIO, FANTASIE E SESSUALITÀ’ ED. FRANCO ANGELI.  PER ULTERIORI INFORMAZIONI LA DOTTORESSA È CONTATTABILE ALL’INDIRIZZO MAIL: PAMASCA@TIN.IT.

e

LUCA LUNARDINI MEDICO-CHIRURGO, SPECIALISTA UROLOGO CON INCARICO DI ALTA SPECIALIZZAZIONE IN ANDROLOGIA, DIRIGENTE MEDICO PRESSO LA UNITÀ OPERATIVA DI UROLOGIA DELLA A.S.L. 12 VERSILIA. E’ CONTATTABILE, PER QUALSIVOGLIA APPROFONDIMENTO, VIA EMAIL AL SEGUENTE INDIRIZZO:    LUCA.LUNARDINI1@TIN.IT

No comments

*