Saccheggia le auto davanti ai cimiteri, arrestato

0

MASSAROSA – Non si ferma l’attività condotta dai Carabinieri della Stazione di Massarosa al fine di contrastare e reprimere la commissione di furti, scippi e rapine.
In particolare i militari nel corso degli ultimi mesi hanno sviluppato un’accurata attività di indagine in merito ad alcuni furti perpetrati ai danni di auto lasciate in sosta nei pressi di alcuni cimiteri presenti nel territorio dei Comuni di Massarosa e Camaiore.
Proprio grazie a tale attività d’indagine nei giorni scorsi i Carabinieri della Stazione di Massarosa, in esecuzione di un’ordinanza di applicazione della misura cautelare delle custodia in carcere emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Lucca, hanno tratto in arresto Daniel Di Leo, classe 1984, nullafacente, pregiudicato, in quanto ritenuto responsabile del reato di furto aggravato.
In particolare le meticolose indagini condotte attraverso l’analisi degli impianti di video sorveglianza presenti sul territorio e l’ascolto di numerosi testimoni oculari hanno permesso di accertare che il Di Leo in data 18.04.2016 aveva mandato in frantumi il vetro laterale di un’autovettura che si trovava parcheggiata nei pressi del cimitero di Montemagno trafugando la borsa di una malcapitata donna che in quel frangente stava facendo visita alla sepolture dei propri cari. Nella circostanza il predetto riusciva ad impossessarsi di 465 euro in contanti e di un bancomat ed una carta bancoposta.
In un secondo episodio accaduto in data 21.06.2016 l’uomo aveva invece preso di mira un’auto parcheggiata nei pressi del cimitero di Bozzano. In questo caso ha mandato in frantumi il finestrino lato passeggero di una fiat punto dall’interno della quale sottraeva un marsupio contenente 70 euro in contanti, un cellulare ed effetti personali vari, il tutto di proprietà di una donna che si era allontanata per far visita ai propri defunti.
Sono in corso ulteriori accertamenti in merito ad altri analoghi episodi compiuti con le medesime modalità nei pressi di altri cimiteri ed alcuni istituti scolastici. Inoltre i militari stanno conducendo mirate verifiche riguardo alcuni prelievi di denaro eseguiti presso sportelli bancomat utilizzando le carte trafugante durante i vari colpi.
L’ordinanza è stata notificata dai Carabinieri della Stazione di Massarosa al Di Leo presso la Casa Circondariale di Lucca ove lo stesso si trova attualmente recluso a seguito dell’arresto operato dai militari del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale dei Carabinieri di Lucca lo scorso 20 luglio nell’ambito dell’Operazione “Non Stop”.

No comments