Salemi e Trinchese: “4 novembre, Festa dell’Italia. Coinvolgiamo le scuole”

0

VIAREGGIO – Il 4 novembre in Italia è festa nonostante si vada a lavoro e non sia evidenziato sul calendario. È l’anniversario in cui si celebra la fine della prima guerra mondiale e la vittoria sull’esercito Austro-Ungarico, una festa che deve essere utile a non dimenticare tutti i sacrifici umani, morali, materiali vissuti da un paese intero in oltre 3 anni di guerra. È il giorno dell’unità nazionale e delle forze armate, un tempo festa molto sentita ed oggi meno nota e ricordata. La festività del 4 novembre fu istituita nel 1919 e durò fino al 1976 ed è l’unica ad essere stata celebrata dall’Italia prima, durante e dopo la seconda guerra mondiale. Dal 1977, dopo una riforma del calendario volta ad aumentare i giorni lavorativi, si cominciò a celebrare la giornata dell’unità nazionale e delle forze armate nella prima domenica di novembre, andando dagli anni Ottanta  l’importanza della festaprogressivamente a diminuire. “Oggi – scrivono Rodolfo Salemi e Alfredo Trinchese, consiglieri comunali di Forza Italia e Lega Nord – vogliamo riportare la corretta attenzione sull’importanza del 4 novembre, sull’operato prezioso che quotidianamente le forze armate svolgono a tutela dei nostri dei diritti e della nostra libertà. Poniamo all’Assessore Manzo la propostaaffinché si intraprenda un percorso di sensibilizzazione nelle scuole del nostro Comune atto a far conoscerele finalità istituzionali dell’Esercito italiano, della Marina Militare, dell’Aeronautica, della Guardia di Finanza e dell’Arma dei Carabinieri, promuovendo iniziative utili a diffondere quel sentimento di civicorispetto e collaborazione che deve intercorrere tra cittadino e uomini dello Stato. Ci auspichiamo dunque che il giorno 4 novembre, alla celebrazione in Piazza Garibaldi, sia presente una forte rappresentanza delle scuole, perché la coscienza del nostro essere passa anche dal ricordo delle nostre origini e da un omaggio ai sacrifici fatti dai nostri avi. Impossibile non dedicare un pensiero di più ampio respiro politico ad una valutazione negativa della legge di stabilità, che non prevede interventi sufficienti per gli addetti alla sicurezza,diminuendo la forza e la capacità delle Istituzioni di poter essere vicino ai cittadini. Inoltre, proprio oggi 23 ottobre, Salvatore Girone compie 37 anni e lo fa per la terza volta consecutiva in India. Gli anni passano, sono trascorsi già 45 mesi da quando i due Fucilieri di Marina, Girone e Latorre, scesero dalla  nave battente bandiera italiana Enrica Lexie e vennero arrestati con l’accusa di omicidio, nonostante i due Marò ad oggi non siano ancora stati incriminati di alcun reato dalla giustizia indiana e che, dai documenti consegnati a settembre dagli stessi legali indiani ai giudici di Amburgo, sia emerso chiaramente che i proiettili estratti a seguito dell’autopsia non erano quelli in dotazione ai Fucilieri di Marina. A loro, così come ad ogni donna ed uomo che indossa una uniforme, la nostra sincera solidarietà e vicinanza per l’inadeguatezza che palesa questo governo, incapace di riportare in Patria i ragazzi che la difendono, incapace di legiferare norme che tutelino nel quotidiano il loro operato. All’amministrazione comunale l’invito a promuovere la partecipazione di tutte le rappresentanze scolastiche alla celebrazione del 4 novembre, perché crediamo fermamente che la coscienza dei ragazzi vada sensibilizzata ad un rispetto di chi ogni giorno rischia la propria vita per difendere la nostra libertà. Un ultimo invito lo facciamo a tutta la cittadinanza, perché anch’essa sia presente in Piazza delle Paure il 4 novembre, non avendo paura di ricordare come l’orrore di una guerra abbia creato le basi per il nostro meraviglioso paese Italia.

No comments