San Valentino con Nicolas Vaporidis al Teatro dell’Olivo di Camaiore

CAMAIORE – San Valentino alternativo al Teatro dell’Olivo dove giovedì 14 febbraio approda “L’operazione” con Nicolas Vaporidis e Antonio Catania. Una commedia brillante che sa mixare anche temi importanti e continui colpi di scena, mettendo alla berlina i vizi e i difetti degli italiani.

Lo spettacolo
Roma, estate 1990. Un grande ospedale romano. Massimo, un ragazzone sui trentacinque anni, grazie ad una raccomandazione, riesce a farsi ricoverare nel reparto Ortopedia, per sottoporsi ad un’operazione quasi “voluttuaria”, la ricostruzione dei legamenti del ginocchio, altrimenti dovrà smettere di giocare al calcio, la sua passione. Ma la presenza del suo compagno di stanza Luigi, un lungodegente “veterano” dell’ospedale, lo induce a riflettere sulla futilità del suo caso: Luigi, profondo conoscitore delle regole del gioco del microcosmo ospedaliero, gli racconta delle sofferenze delle centinaia di pazienti che non potendo permettersi una clinica privata sono costretti ad aspettare anche degli anni, in lista d’attesa, prima che si liberi un posto letto. In più la tragica situazione dello stesso Luigi, inocula lentamente a Massimo dei dubbi sul buon esito del suo intervento, al punto da farlo esitare sull’opportunità di operarsi. Ma chi è Luigi, in realtà? È veramente malato come sembra, o è un simulatore che ha trovato vitto e alloggio sine die a spese dello Stato, come sostiene il dottor Cupreo, giovane e rampante chirurgo ortopedico, che non vede l’ora di operarlo, per scoprire la verità? E chi è Massimo, in realtà? Com’ è riuscito a farsi ricoverare in ospedale, scavalcando tutta la lista d‘attesa, per farsi fare un‘operazione che in clinica privata costerebbe decine di milioni di lire (di allora)? In realtà, Luigi è un “venditore di letti” di professione; uno che sfrutta la sua malattia, con la complicità di un infermiere, per spaventare i neoricoverati e indurli a rinunciare all’operazione, in maniera da poter poi “rivendere” il posto letto liberatosi ai pazienti in lista d’attesa. Ed anche stavolta, l’operazione sembra che gli stia andando bene, a Luigi: Massimo vacilla, non è più tanto sicuro di volersi operare. Ma Luigi non sa che Massimo, in realtà, non ha affatto bisogno di essere operato al ginocchio: perché non è un paziente, è un medico mandato dalla Direzione Sanitaria con il compito di prendere con le mani nel sacco il “venditore di letti”.

Per acquistare i biglietti:
Ticket point ufficiale presso la Cartolibreria L’Arcobaleno (via Vittorio Emanuele 228, nelle vicinanze del teatro – telefono 0584 981771; orario lunedì – venerdì 8:30 – 12:30 e 15:30 – 19:30, sabato 09:00 – 13:00; aperto fino alle 21.00 nelle sere di recita; provvisto di POS);