Scivolano su una lingua di ghiaccio per circa 200 metri, muore un escursionista: l’altro è ferito

VERSILIA – Una tragedia, consumata in pochi attimi.

Un’escursione finita nel sangue, per Claudio Lotto, carrarino, originario di Viareggio, amante della montagna ed esperto alpinista.

Titolare a Marina di Massa dell’hotel Daisy, era presidente dell’associazione albergatori di Massa Carrara Confcommercio-Federalberghi, consigliere della Camera di Commercio di Massa e Carrara ed esponente di Confimprese.

Il Soccorso Alpino e Speleologico Toscano è stato allertato per degli escursionisti feriti sul Pania della Croce. I tre ragazzi stavano scendendo dalla Pania della Croce quando due sono scivolati su una lingua di ghiaccio per circa 200 metri. L’allarme è stato dato dal terzo escursionista. Le condizioni meteo in continuo peggioramento non hanno permesso l’avvicinamento dell’Elicottero Pegaso 1 da Firenze e sono dovute salire, a piedi, due squadre del Soccorso Alpino dal sentiero per il Rifugio Mosceta.

I due escursionisti sono stati raggiunti dai volontari del Soccorso Alpino, che si sono avventurati a piedi sul Pania, monte delle Apuane.

Malauguratamente uno dei due , Claudio Lotto, 48enne di Carrara, è deceduto a causa della rovinosa caduta. Il secondo escursionista (A.F. 40enne di Seravezza) ha riportato numerosi traumi, agli arti inferiori e addominali, ma è stato recuperato e portato al Rifugio Mosceta dov’è stato visitato e stabilizzato dai sanitari del SAST e portato all’ospedale “Versilia”.
Con le condizioni meteo avverse che sono fortemente peggiorate, un’altra squadra è intervenuta sul luogo dell’incidente per il recupero della salma, poi portata nelle camere mortuarie.

 

 

Lascia un commento