Scompare a 84 anni Daniel Milhaud, il poeta del sottile umorismo

0

PIETRASANTA – Se n’é andato nella notte tra sabato e domenica nella sua casa in centro città Daniel Milhaud, il poeta del sottile umorismo. Nato in Francia nel 1930, compì gli studi negli Stati Uniti dove la sua famiglia si rifugiò durante la guerra, poi in Austria e in Francia dove tornò a risiedere. A partire dagli anni Ottanta fu frequentemente in Italia, a Pietrasanta, per lavorare il marmo. Vi soggiornò più e più volte e fino a quando non decise di vivere tra Parigi e Pietrasanta dove aveva acquistato una vecchia segheria di marmo trasformata in splendido loft animato dalle sue sculture. Colorate, fantasiose: un volo chimerico e ironico sui mille linguaggi e le infinite contraddizioni del tempo attuale, dove tutto è dirompente ed allo stesso tempo fugace. Nella sua espressione artistica Milhaud, figlio del famoso compositore Darius Milhaud, si avvaleva dei più disparati materiali: carta, cartone, poliestere, resina, neon, gesso, filo di ferro. Con “Altamente infiammabile”, nel maggio del 2009, aveva presentato nelle sale del Chiostro di Sant’Agostino quindici opere della sua più recente stagione creativa. Milhaud aveva frequentato attivamente la comunità artistica cittadina e insieme a Nadine, sua moglie, era molto noto. Lasciava Pietrasanta nei mesi estivi per rifugiarsi nella sua Parigi o in Bretagna e tornava in autunno per ritrovare la città dei pietrasantini. Vestiva con colori sgargianti e motivi divertenti proprio come la sua arte che divertiva facendo riflettere. “Un abbraccio alla signora Nadine – afferma il sindaco Domenico Lombardi – Daniel era piaciuto subito a Pietrasanta, che dopo averlo accolto con curiosità e coinvolgimento, lo saluta oggi consapevole di aver perso un grande artista, un poeta delle forme, un funambolo dell’arte. Le più sincere condoglianze a tutta la famiglia Milhaud”.

La salma sarà trasferita giovedì a Parigi per le esequie.

No comments