Inter-Napoli, morto ultrà durante gli scontri: chiuso il settore ospiti al Castellani

Un problema che non riguarda solo la partita disputata mercoledì 26 dicembre a Milano, ma che lo si riscontra in tutto il mondo del calcio. E’ in continua crescita il bilancio degli scontri avvenuti prima e dopo le partite da parte dei tifosi.

Si chiamava Daniele Belardinelli, 35 anni, originario di Varese, aveva ricevuto in passato almeno un Daspo di cinque anni. Dopo essere stato investito prima della partita in via Novara,  è stato portato all’ospedale in condizione disperate, ricoverato ed operato d’urgenza, ma non c’è stato niente da fare.

Quattro tifosi del Napoli erano rimasti feriti durante le risse, uno di questi era stato accoltellato alla pancia.  «Chiederò al comitato per l’ordine pubblico il blocco delle trasferte dei tifosi dell’Inter per tutta la stagione, e la chiusura della curva dell’Inter a San Siro fino al 31 marzo 2019», ha detto il questore di Milano, Marcello Cardona.

Oltre 100 gli ultras interisti, ma tra loro vi erano anche supporter del Varese e del Nizza, che prima dell’incontro Inter-Napoli hanno preso d’assalto pulmini con a bordo tifosi partenopei:  «un’azione squadristica ignobile», ha definito il questore. Ancora da accertare la dinamica dell’investimento che ha causato la morte del tifoso. Si sta lavorando sulle immagini delle telecamere di sorveglianza in cui compare un suv scuro che potrebbe aver investito la vittima.

Il presidente Figc Gravina ha comunicato la decisione di non fermare il campionato nella prossima giornata: “Quanto accaduto negli ultimi giorni non è più tollerabile. Il Calcio è patrimonio dei tifosi e va difeso da coloro che lo utilizzano come strumento per creare tensione. Nonostante questo, sabato il campionato non si fermerà, le gare del 29 si disputeranno regolarmente”.

L’Inter dovrà giocare le prossime due gare casalinghe a porte chiuse: è questa la decisione del giudice sportivo in seguito ai cori di matrice razziale e territoriale. Due giornate anche per Koulibaly e Insigne del Napoli, espulsi durante il match di ieri sera.

I tifosi dell’Inter non potranno seguire la loro squadra ad Empoli, sede del prossimo match di campionato in programma domani sabato 29 dicembre. La Prefettura di Firenze ha chiuso il settore ospiti dello stadio ‘Castellani’ dopo che nel pomeriggio era stata sospesa la vendita dei biglietti.