Scoperto falso dentista, al posto della poltrona odontoiatrica una sdraio

PRATO – La polizia municipale di Prato ha sequestrato un ambulatorio odontoiatrico abusivo in una traversa di via Pistoiese e denunciato il falso dentista, un sessantenne di origine cinese residente a Prato, per l’esercizio abusivo della professione.

Lo studio era allestito in una stanza di un appartamento di proprietà di un italiano regolarmente affittato ad un terzo cinese e sublocato in nero al sessantenne.
All’interno gli agenti hanno trovato un compressore a cui erano attaccati un trapano professionale e un aspiratore, vari strumenti per l’implantologia, materiale per le impronte dentali, alcuni calchi in gesso ancora freschi e nel cestino pezzi di cotone intrisi di sangue. Come “poltrona odontoiatrica” per i pazienti era utilizzata una comune sedia-sdraio da giardino reclinabile posizionata davanti ad un rudimentale impianto di illuminazione.

Il costo delle prestazione, secondo quanto annotato in un quaderno, variava dagli 80 ai 120 euro. Nella camera è stato trovato anche un letto matrimoniale. Tutto il materiale è stato sequestrato e l’uomo denunciato per l’esercizio abusivo della professione medica, rischia la reclusione da sei mesi a tre anni e la multa da 10.000 a 50.000 euro.