Secondo appuntamento con la musica da Camera a Pieve Elici, arrivano Berman e Arosio

0

MASSAROSA  – Secondo appuntamento, domenica 12 luglio alle 21.15, con i concerti del Festival di musica da camera della Versilia, la rassegna organizzata dall’Associazione Musicale Lucchese e dal Comune di Massarosa nella pieve di San Pantaleone, a Pieve a Elici.

A incantare il pubblico del Festival saranno il violino di Pavel Berman e il pianoforte di Roberto Arosio, un duo che rappresenta una novità per gli appassionati che ogni anno accorrono numerosi in quel gioiello storico-architettonico che è la pieve romanica. Violinista virtuoso e dalla «forza espressiva immensamente profonda», figlio d’arte ed enfant prodige il primo; pianista che la rivista tedesca “Ensamble magazine” ha definito «senza compromessi, interprete formidabile e profondo» il secondo. Insieme, suoneranno pagine di musica che abbracciano tutto l’Ottocento.

Il programma si apre con Edvard Grieg e la sua Sonata per violino e pianoforte n. 3 in do minore, op. 45, composta dall’autore tra il 1886 e il 1887. Di Schumann, Berman e Arosio hanno scelto la Sonata per violino e pianoforte n. 1 in la minore, op. 105. Poème per violino e pianoforte, op. 25 è con ogni probabilità il lavoro più noto del parigino Ernest Chausson. Liberamente ispirato al Canto dell’amore trionfante, un racconto di Turgenev, venne composto tra il 1892 e il 1896 e dedicato al violinista belga Eugène Ysaÿe. A chiudere il concerto sarà la Fantasia brillante per violino e pianoforte su temi del Faust di Gounod, op. 20, di Henryk Wieniawski, scritta secondo un modello assai in voga all’epoca, che si sviluppa utilizzando i motivi più popolari dell’opera e che, soprattutto, richiede una straordinaria abilità tecnica.

Il costo del biglietto intero è di 12 euro, il ridotto 10 euro mentre per i soci dell’AML è di 7 euro.

Per informazioni: Associazione Musicale Lucchese, tel. 0583 469960 (www.associazionemusicalelucchese.it); Comune di Massarosa, Ufficio del Cittadino tel. 0584 979229, o Ufficio Cultura tel. 0584 979216.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: