Sen. Massimo Mallegni (FI): “Siamo tornati centrali con i nostri valori. In Toscana ripreso un percorso interrotto anni fa. Buona fortuna a chi esce”

Negli ultimi mesi Forza Italia, grazie al suo Leader, Silvio Berlusconi, è tornata ad essere centrale nel dibattito politico. Erano molti anni che ciò non accadeva, esattamen- te dal 2008 quando nacque il Popolo della Libertà.
Quando Forza Italia è tornata a vedere la luce nel 2013 tutto era cambiato. Alleanza Nazionale non c’era più e la componente Finiana, Futuro e Libertà, si era dimostrata un grande flop.
In quel periodo ci fu l’espulsione di Berlusconi dal Senato conseguente alla ingiusta e ormai acclarata “fasulla” condanna, con un evidente ridimensionamento forzato della sua Leadership.
Moltissimi si sono allontanati perdendo quella natura e quei valori che ci resero i veri e gli unici eredi della parte buona della Prima Repubblica.
Forza Italia non è un partito di Destra, come bene ha più volte ribadito Berlusconi e anche qualche giorno fa in un’intervista Antonio Tajani. Noi siamo un Movimento Politico moderato di Centro, alleato con una destra liberale (speriamo) e alla Lega.
Noi mettiamo sempre al primo posto gli interessai della Comunità e non i nostri. Ci rendiamo sempre disponibili a portare all’attenzione di chi Governa proposte serie e fattibili che discendono dalla nostra storia personale e politica, avendo prima di tutto un lavoro per mantenere le nostre famiglie.
Fortunatamente Silvio Berlusconi è tornato ad occupare la scena politica, ha riportato la “barra al centro” dell’azione politica di Forza Italia, ha spiegato che quella di Centro Destra è un’alleanza non un Partito Unico. Noi abbiamo i nostri valori e le nostre idee e vogliamo che siano rispettati.
Aver deciso di sostenere Mario Draghi significa essersi sacrificati nell’interesse dell’Italia, in un momento difficile e complicato.
La scelta del nostro Presidente di nominare Antonio Tajani Coordinatore Nazionale di Forza Italia chiarisce fino in fondo la nostra area di appartenenza, non certamente sovranista, ma Europeista, Liberale, Cristiana, Riformista e Garantista e aderente al Partito Popolare europeo.
Questi elementi sono per qualcuno inconciliabili con le proprie “origini” diverse ma del tutto rispettabili e purtroppo non hanno metabolizzato il ritorno alla Forza Italia originale, quella del 1994, ancora guidata sapientemente da Silvio Berlusconi e oggi Coordinata da Antonio Tajani, che con la sua storia personale e politica ne ha bisogno di spiegare di non essere un “pericoloso sovranista”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: