“Senza il raddoppio linea Lucca-Pistoia mi incateno al ministero”. Queste le parole del Sindaco di Lucca Tambellini

“Viviamo in un territorio molto avanzato per quanto riguarda lo sviluppo economico e imprenditoriale, costretto a lavorare e a relazionarsi con infrastrutture ferroviarie che risalgono al periodo granducale – osserva il Sindaco di Lucca Alessandro Tambellini (Pd) – Avere certezze sui tempi, sapere che i finanziamenti per il raddoppio ferroviario della linea Lucca-Pistoia non saranno né cancellati, né tagliati, né posticipati è un nostro diritto. Sono passati 7 mesi dall’insediamento di questo Governo e Lucca ha già dovuto subire lo slittamento dei fondi per gli interventi per le periferie e, ora, la riduzione del finanziamento per il raddoppio ferroviario”.”I fondi per il raddoppio ferroviario non si toccano. E se venisse confermata la notizia del definanziamento dell’opera, sono pronto a incatenarmi di fronte al ministero delle infrastrutture” . Questa la battaglia minacciata da Tambellini sullo slittamento dei soldi per il raddoppio della linea Lucca- Pistoia. Cinque milioni di euro, già stanziati da tempo, ma non previsti nella legge di bilancio.”Non posso accettare che la comunità che rappresento subisca ulteriori offese e prese in giro: per questo non avrò alcun problema a fare quello che ho detto. Non è infatti possibile che si vada da Firenze a Roma o a Milano in un’ora e mezzo e che ce ne vogliano ben due da Lucca a Firenze”, conclude il sindaco.