Sequestro di beni per oltre 3 milioni di euro a un imprenditore calabrese trasferito in Toscana

FIRENZE – Un sequestro che supera i tre milioni di euro, tra immobili e patrimoni mobiliare e societario, quello eseguito dalla Dia nei confronti di un imprenditore calabrese che da anni si era trasferito in Toscana. Le indagini, coordinate dalla Dda di Firenze, hanno accertato che l’uomo, coadiuvato da “prestanome”, aveva effettuato ingenti investimenti acquisendo importanti esercizi commerciali tra cui bar, pasticcerie, pizzerie e diversi appartamenti a Firenze e a Prato.

Lascia un commento