Serata movimentata in stazione a Pisa: quattro arresti e due poliziotti feriti

0

PISA – Nella serata di ieri nuovo servizio straordinario di controllo del territorio in zona stazione da parte della Polizia di Stato. Il servizio svolto, congiuntamente con la Polizia Municipale, ha visto impegnate diverse pattuglie delle volanti e della squadra mobile che hanno capillarmente impegnato le zone adiacenti viale Gramsci e le pertinenti gallerie. Numerose le persone fermate e identificate, per la maggior parte extracomunitari clandestini e pluripregiudicati. In almeno tre casi si trattava di soggetti sottoposti ad obbligo di firma i quali, in violazione delle prescrizioni dell’autorità, sono stati trovati in compagnia di altri pregiudicati. È quindi scattata la segnalazione all’Autorità Giudiziaria per l’aggravamento della misura. In questo contesto operativo durante l’effettuazione dei controlli un clandestino tunisino, Z.M. di 29 anni, con precedenti per spaccio e reati contro il patrimonio, non ha ottemperato l’ordine di esibire i documenti datogli dal Commissario Capo  Fabrizio Nocita. Anzi, ha tentato una fuga verso l’interno della stazione, prontamente rincorso dal funzionario di polizia. Raggiunto in stazione, l’extracomunitario ha attuato una resistenza piuttosto violenta, ingaggiando con il funzionario una colluttazione di fronte ai viaggiatori in attesa del treno. Il corpo a corpo si è protratto per un paio di minuti. In questi frangenti frangente, sono il Commissario Capo Luigi Schettino e un altro agente, i quali, visto il collega in difficoltà, hanno a loro volta ingaggiato il tunisino, che, dopo non poche difficoltà veniva ridotto all’impotenza. Per lui è scattato l’arresto per resistenza, violenza e lesioni a Pubblico Ufficiale

Sentito il magistrato, dottor Giaconi, il reo è stato associato alla casa circondariale di Pisa.

Il dottor Nocita, accompagnato al pronto Soccorso dell’ospedale Cisanello,  è stato refertato con 5 giorni di prognosi per una vistosa contusione al ginocchio con ecchimosi.

Sempre durante il servizio sono stati fermati altri due tunisini, pluripregiudicati e clandestini, accompagnati in Questura per accertamenti ai fini dell’espulsione dal territorio nazionale. I due, B.M. di 22 anni  e R.M. di 43 anni, all’interno dei locali della Questura, una volta resisi conto dei provvedimenti che stavano per essere intrapresi nei loro confronti, hanno dato inizio a una violenta quanto improvvisa attività autolesionistica prontamente ed efficacemente bloccata dall’intervento degli operatori presenti che ingaggiavano con i primi una durissima colluttazione. In questo contesto, un agente, riportava lesioni risultate guaribili in 28 giorni. I due, dopo le cure del caso, sono stati arrestati per resistenza, violenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. e sono attesi per la direttissima disposta dal dott. Giaconi per le ore 11.30.

Sempre nell’ambito dei controlli in zona stazione, la squadra mobile ha rintracciato un cittadino 67enne di origine campana, destinatario di un ordine di carcerazione per furto aggravato emesso dal Tribunale di Lucca. Lo stesso è stato trovato in via Fra Mansueto e dopo gli accertamenti di rito è stato condotto in carcere dove dovrà scontare una condanna ad un anno e quattro mesi. Controlli anche da parte della squadra di Polizia Amministrativa presso gli esercizi commerciali. In particolare, il bar Gambrinus è stato sanzionato per diverse violazioni della disciplina del commercio, per un totale di oltre 1800 euro. Sono in corso ulteriori accertamenti relativi ad altre mancanze palesatesi durante il controllo.

I controlli amministrativi erano cominciati già nel pomeriggio, quando una volante della polizia, con l’ausilio della municipale, ha provveduto ad elevare una serie di contravvenzioni al minimarket sito in piazza stazione angolo via Mascagni. Nello specifico l’esercizio aveva posto in vendita merce scaduta, e non osservava le prescrizioni inerenti la corretta conservazione del cibo surgelato e/o fresco. L’ASL è stata notiziata per i provvedimenti di conseguenza.

No comments