Ultime News

Sfondati vetri dell’auto del candidato sindaco Zippel a due passi dal comitato elettorale de “La nostra Pisa”

PISA –Il finestrino dell’auto completamente sfondato. Sul lungarno Galilei, a due passi dal comitato elettorale de “La nostra Pisa”. Solo alla sua, che sugli sportelli porta il simbolo del movimento civico con cui è candidata a sindaco alle elezioni del 10 giugno. Una sorpresa terribile scuote Maria Chiara Zippel negli ultimi giorni di campagna elettorale. I vandali sono entrati in azione tra le 20 e le 22 di lunedì 4 giugno. La macchina di Zippel, avvocato e madre di quattro figli, tra i protagonisti della corsa alla carica di primo cittadino di Pisa, è stata danneggiata gravemente. Difficile pensare a un furto, dato che non si sono registrati danni di alcun tipo o tentativi di scasso alle auto posteggiate nelle immediate vicinanze. Un vandalismo che ha tutto il sapore dell’atto mirato. Una teoria confermata anche da Zippel che, una volta terminato il sopralluogo, è rientrata a casa scortata dalle forze dell’ordine: “Dal portaoggetti sono stati rubati due cellulari e i libri di scuola di mia figlia, ma non credo assolutamente a un furto, anche perché dall’esterno non erano visibili i cellulari. E solitamente questi furti avvengono in più auto nella stessa zona, mentre stavolta è stata colpita solamente la mia, che ha il logo ben in vista e che è quindi facilmente riconoscibile”. Prosegue, dunque, l’escalation di intimidazioni all’indirizzo de “La Nostra Pisa”, come racconta ancora Zippel: “Prima abbiamo subìto dei tentativi di intromissione nei nostri canali social e comunicativi, poi sono stati strappati alcuni miei manifesti in città, quindi, poche settimane fa, mi sono ritrovata il campanello di casa in frantumi”. Ma chi può avercela con Maria Chiara Zippel e il gruppo di cittadini con cui vorrebbe cambiare volto alla città? “Non lo so – spiega il leader de La Nostra Pisa – ma sicuramente a qualcuno stiamo dando fastidio. Le nostre proposte di rinnovamento toccano temi sensibili, qualcuno potrebbe non gradire la nostra voglia di invertire la rotta, di creare un metodo nuovo di gestione della città. Ma a noi tutto questo dimostra soltanto quanto abbiamo lavorato bene in questi mesi. Facciamo paura, e di questo ne siamo orgogliosi. Andiamo avanti a testa alta”. Le forze dell’ordine sono al lavoro per identificare gli autori dell’atto vandalico ai danni di Maria Chiara Zippel.