Shopping in piazza Duomo con la carta di credito di uno studente: arrestati

0

FIRENZE – Dovranno rispondere dei reati di indebito utilizzo di carte di credito e ricettazione i due cittadini stranieri arrestati ieri mattina dalla Polizia in piazza Duomo mentre stavano facendo “shopping” con la carta di un giovane studente americano.

In manette, poco prima delle 10.00, sono finiti un 25enne albanese e un 35enne kosovaro entrambi fermati dalla pattuglia che quotidianamente presidia l’affollatissima piazza del centro storico fiorentino.

A richiamare l’attenzione degli agenti è stata la commessa di un negozio, insospettita dal loro atteggiamento e dal nome, palesemente americano, riportato sulla carta utilizzata dai due clienti.

A questo punto, alla richiesta di esibire un documento per verificare la loro identità, gli stessi avrebbero cercato di prendere tempo dicendo di non averli dietro, impegnandosi però a ripresentarsi in un secondo momento con tutto il necessario.

La dipendente del negozio ha subito annullato la transazione, rappresentando rapidamente l’anomala situazione alle forze dell’ordine.

La polizia, accertata l’identità del legittimo proprietario della carta in possesso ai fermati, è andata a fondo nella vicenda effettuando delle verifiche anche nell’abitazione dei due stranieri: nel loro appartamento, nella zona di piazza Indipendenza, è stato successivamente rinvenuto e sequestrato anche il portafogli dello stesso studente americano verosimilmente rubato (o smarrito) la sera precedente, oltre ad uno smartphone bloccato di dubbia provenienza (per il quale sono al momento in corso accertamenti).

Secondo quanto ricostruito, gli arrestati, prima dell’intervento della polizia, avrebbero anche fatto in tempo, durante la mattinata, ad effettuare altri acquisti utilizzando indebitamente la medesima carta di credito.

Ieri sera a Novoli la Polizia ha invece sottoposto a fermo per identificazione due cittadini marocchini di 24 e 27 anni, entrambi denunciati per la violazione degli obblighi sul soggiorno e sanzionati per ubriachezza manifesta.

E proprio il loro stato di ebbrezza avrebbe attirato l’attenzione degli agenti intervenuti in zona via Forlanini nelle vicinanze di un bar dove il 24enne, secondo quanto appreso dai testimoni, dopo aver infastidito delle clienti in strada, avrebbe anche minacciato con una bottiglia rotta il titolare dell’esercizio.

Le ragazze, avvicinate dallo straniero completamente ubriaco nei pressi di una panchina, avevano infatti trovato rapidamente rifugio proprio nel locale.

Il barista è riuscito a mantenere la situazione sotto controllo anche quando si è avvicinato il connazionale dell’aggressore, anch’egli ubriaco.

Allertato il 113, i due si sono allontanati verso viale Guidoni, dove poco dopo sono stati fermati dalle volanti. Nei confronti del cittadino magrebino di 24 anni è scattata anche una denuncia per minacce aggravate.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: