Si aggira tra le auto in sosta vicino al cimitero, arrestata: era una sorvegliata speciale

0

EMPOLI – I Carabinieri della Compagnia di Empoli hanno arrestato H.L., 28 enne di San Miniato, per la violazione degli obblighi inerenti la sorveglianza speciale con obbligo di dimora. Una signora ha chiamato dal cimitero di Sovigliana segnalando tre soggetti, due donne e un uomo, che si aggiravano con fare sospetto tra le numerose auto in sosta. Questi, accortisi di essere stati notati, erano saliti a bordo di un’auto di colore blu e avevano immediatamente abbandonato il parcheggio in direzione Fucecchio. La segnalazione è stata quindi raccolta dall’operatore della centrale operativa che, dopo aver attentamente ascoltato la testimonianza della donna, avendo intuito di chi potesse trattarsi, ha diramato le ricerche ai servizi esterni. In pochi minuti una pattuglia aveva già individuato il mezzo in località Marcignana. L’autovettura in questione infatti, qualche giorno prima, era stata oggetto di inseguimento da parte dei militari dell’Arma proprio perché notata in un parcheggio: in quell’occasione alla vista della pattuglia, il conducente si era dato alla fuga facendo perdere le proprie tracce. Ieri non è invece riuscito ad eludere il controllo e grazie alla prontezza dei militari i tre occupanti sono stati tutti identificati e accompagnati in caserma per gli accertamenti di rito. Una delle due donne, sprovvista di documenti, ha dato un nome che non ha convinto appieno i carabinieri.  Pochi rapidi controlli ed è stata subito smascherata. La donna aveva declinato un falso nominativo proprio perché gravata dal provvedimento della sorveglianza speciale con obbligo di dimora nel comune di San Miniato che la obbligava, di fatto, a rimanere in quel comune. Per tale violazione è stata pertanto arrestata e condotta presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria

No comments