Si cosparge di alcol per alleviare il caldo, muore ustionata

AREZZO – Si era cosparsa il corpo di alcol per trovare giovamento dal caldo, per rinfrescarsi, ma una scintilla dalle fibre sintetiche del vestito ha innescato l’incendio. Così dopo alcune ore di agonia è morta una donna di 86 anni residente in via Giotto.

Il fatto è accaduto sabato sera, quando la donna ha usato un metodo molto rischioso per contrastare il grande caldo.

La donna ha tentato di spengere le prime fiamme, poi sono intervenuti i parenti che abitano al piano di sotto. Sul posto sono arrivati vigili del fuoco e sanitari del 118. La donna che aveva riportato importanti ustioni sul corpo, ed in particolare sul dorso, è deceduta dopo alcune ore dal ricovero all’ospedale.

La procura ha aperto un fascicolo, ma sono da escludere responsabilità di terzi. Gli accertamenti sono in mano a carabinieri e vigili del fuoco.