Smerciano sigarette al nero, ma il piano va in fumo: in manette contrabbandieri

0

AREZZO – Che il fumo faccia male è risaputo, ma piazzare sigarette di contrabbando ha i suoi vantaggi. Questo avranno pensato due stranieri, un ucraino e un rumeno, rispettivamente di 35 e 34 anni, convinti che in Italia sia facile arricchirsi piazzando sigarette a nero.

Ma anche loro sono finiti nel “reticolo” della Polstrada della Toscana, arrestati domenica pomeriggio ad Arezzo. Avevano creato nel bagagliaio un doppio fondo, riempiendolo con oltre 20 kg di sigarette, destinate al mercato italiano.

Ieri pomeriggio, i due sono stati fermati sull’Autostrada del Sole, vicino Battifolle, da un equipaggio della Stradale di Arezzo. I poliziotti, esperti investigatori, hanno subito notato che nell’auto, con targa polacca, qualcosa non tornava.  Gli stranieri avevano viaggiato tanto, ma non avevano al seguito bagagli. Dal doppiofondo, creato così bene che c’è voluta la fiamma ossidrica per aprirlo, è spuntato il carico di sigarette per un valore commerciale di circa 10.000 euro.

I due contrabbandieri sono stati arrestati e la Polstrada gli ha sequestrato auto e sigarette. Il loro piano è andato è andato in fumo.

No comments