Il sole bacia il primo corso del Carnevale di Viareggio: la magia dei carri sfila sui viali a mare

1

VIAREGGIO – Il sole bacia il primo corso del Carnevale di Viareggio: la magia dei carri sfila sui viali a mare. Alle 16, dopo l’alza bandiera, preceduto dalla sfilata della fanfara con i cavalli bianchi della Polizia di Stat e uno spezzone del film “La vita è bella”, per commemorare il giorno della Memoria e dell’olocausto, al triplice scoppio del cannone la magia del Carnevale di Viareggio ha avuto inizio. Il Sindaco Giorgio Del Ghingaro, a fare gli onori di casa assieme agli assessori Sandra Mei e Laura Servetti, sino sono goduti lo spettacolo dalla tribuna,  dove erano presenti anche i senatori Manuela Granaiola e Andrea Marcucci, il Prefetto di Lucca e tutte le massime cariche delle Forze dell’Ordine. Ospite d’onore Kerry Kennedy, vedova del presidente Usa: “Sono felicissima di essere qui oggi – queste le sue parole -, anche se mi rendo conto che sia una giornata dedicata al ricordo di tutte le vittime di una folle strage umana: allora mi chiedo, cosa posso fare io per rendere un po’ più giusto questo mondo? Auguro a tutti voi buon divertimento”.

L’attualità il tema centrale di molti carri, dalla politica ai rifiuti. Belle le coreagrafie messe in scena dai figuranti, che hanno riscosso molti applausi dal pubblico. Tanta folla per il debutto del primo corso del Carnevale 2018, la prima delle cinque sfilate dei carri allegorici. Come sempre, la satira politica l’ha fatta da padrona, dal carro su cui troneggia Antonino Cannavacciuolo, lo chef vip divenuto icona televisiva, a Beppe Grillo. L’incasso, invece, non è stato alto: 140mila euro, circa.

Tante le testate giornalistiche nazionali accredidate, da Rai a Mediaset, dalla televisione tedesca Zdf con una inviata a Sat2000.

Lo spettacolo , andato avanti fino al calar del sole, con i carri in notturna illuminati dalle luci, che hanno reso ancora più magico ogni gigante di cartapesta, si è concluso con i fuochi d’artificio.

L’appuntamento per il secondo corso è per domenica 4 febbraio, alle 15.

Fotoreportage di Letizia Tassinari:

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: