Soprano ad di TITAGARH: lo sdegno delle vittime della strage di Viareggio

0

VIAREGGIO – “Una condanna per un manager… è sempre una referenza! Ci risiamo, l’elenco si allunga, sia nel pubblico che nel privato, le modalità sono le stesse”.

La nota arriva dalla Onlus “Il Mondo Che Vorrei”:

“Ci si affida a chi per imperizia, incuria e negligenza ha causato un incidente sul lavoro, creando il più grosso incidente ferroviario nel trasporto merci pericolose degli ultimi 30anni in Europa, provocando la morte di 32 persone, decine e decine di feriti e distruggendo un intero quartiere. Ci si affida a chi è stato condannato per omicidio colposo plurimo aggravato, disastro ferroviario, incendio e lesioni colpose.

  • Ricordiamo le conferme (da indagato) e le promozioni (da imputato), le convention e le camminate a braccetto con le massime cariche dello Stato (da condannato a 7 anni di reclusione) dell’ex Ad di Ferrovie e dell’ex Ad di Finmeccanica-Leonardo, cavalier Moretti;
  • Ricordiamo le promozioni (da imputato) da Ad Rfi a Ad di FSI e attualmente Country Manager di TAP (da condannato a 7 anni e 6 mesi di reclusione) di Michele Mario Elia;
  • Ricordiamo Margarita (condannato a 7 anni e 6 mesi di reclusione) ancora oggi oggi dirigente ANSF ( Agenzia nazionale sicurezza ferroviaria)
  • ricordiamo l’ing. Favo (da condannato a 6 anni di reclusione) promosso dirigente del compartimento di Napoli.
  • Adesso possiamo ricordare anche l’ing.Vincenzo Soprano (da condannato a 7 anni e 6 mesi di reclusione di reclusione) ora neo A.d. di Titagarh Firema Adler S.p.a.

Nelle attività svolte da quest’ultima azienda si legge che: oltre alla produzione in ambito ferroviario, offre assistenza e servizio globale su: Riparazioni, ispezioni e rinnovamento di materiale di rotolamento (carrelli, sale ecc.) ed equipaggiamenti.

Siamo veramente indignati, si continua ad offendere 32 morti, i familiari delle vittime e una città, Viareggio, ancora ferita. Quale futuro vogliamo dare a questo Paese e ai nostri figli se continuiamo a deputare la Sicurezza e le nostre vite a questi personaggi? Per noi risulta moralmente ed eticamente inaccettabile.

Ci auguriamo che per questa azienda sia lo stesso e per questo alleghiamo sia estratto delle motivazioni, sia estratto del codice etico aziendale della TFA Spa, perché tutto ciò non sia solo carta straccia”.

“Non possiamo che unirci all’indignazione espressa da Marco Piagentini dell’Associazione “Il mondo che vorrei”-afferma Elisa Montemagni, Consigliere regionale della Lega Nord-dopo aver appreso la notizia che Vincenzo Soprano, ex Ad di Trenitalia ai tempi della strage di Viareggio, sia stato nominato ai vertici della “Titagarh Firema Adler”, società che cura la manutenzione delle carrozze ferroviarie.” “E’ inaudito-prosegue il Consigliere-che una persona condannata, seppur in primo grado, per omicidio colposo, venga poi premiata con un incarico di assoluto prestigio ed immagino pure con un lauto stipendio.” “A mio avviso-precisa l’esponente leghista-tale decisione è un’ennesima riprova di come, nel nostro Paese, si sia, talvolta, un po’ troppo “distratti” quando si decide, improvvidamente, di promuovere qualcuno che ha tuttora un procedimento giudiziario in essere.” “Certo-conclude amaramente Elisa Montemagni-solo la Cassazione sancisce la condanna definitiva dell’imputato, ma, secondo noi, ci dovrebbe essere, comunque, una morale ed un senso di maggiore responsabilità che, viceversa, stando così le cose, sono state del tutto e colpevolmente ignorate….”

 

No comments