Spaccia cocaina, incensurato in manette

0

PRATO – La Squadra Mobile – Sez.“Antidroga e Contrasto Crimine Diffuso” – ha effettuato un mirato e discreto
servizio di osservazione, teso alla verifica di una possibile attività di spaccio di stupefacenti posta in essere da un uomo pratese residente nella zona urbana del “Cantiere”, dove si segnalava un consistente via vai di persone sospette, lì non dimoranti, verosimilmente clienti di sostanze stupefacenti. Gli Operatori dell’Antidroga, posizionati in modo defilato, sono riusciti, infatti, nell’arco di circa quattro ore, a confermare questi sospetti, provvedendo peraltro, in tale lasso di tempo, ad identificare quattro persone che, dopo aver incontrato rapidamente un uomo abitante in via Anile, si erano poi allontanati dalla zona del Cantiere a bordo delle proprie auto. Successivamente fermati, infatti, da altro personale di polizia tra via Piave, via della Fonderia, via Amendola e ponte al Mercatale, quindi generalizzati rispettivamente per un cinquantaquattrenne, un trentunenne, un trentaseienne e un cinquantunenne, tutti pratesi che lavorano nel settore commerciale dei locali di ristorazione, sono stati trovati in possesso di dosi di sostanza stupefacente di tipo cocaina per complessivi 2,30 grammi, che ammettevano aver appena acquistato in via Anile, con uno di essi trovato nella disponibilità anche di hashish per 3,17 grammi, venendo tutti condotti in Questura e segnalati amministrativamente alla locale Prefettura quali assuntori di droghe. Si provvedeva, pertanto, intorno alle ore 2,00 della notte, a far ingresso nella casa di via Anile, identificando il pusher per un quarantacinquenne pratese,
incensurato, teoricamente disoccupato ma che tuttavia conduceva un tenore di vita insolitamente elevato, disponendo peraltro di un’auto e di uno scooter di valore, entrambi acquistati di recente. Effettuata la perquisizione dell’abitazione, si rinvenivano complessivamente 120 bustine-dosi di cellophane bianco contenenti sostanza stupefacente di tipo cocaina per un totale di 67,85 grammi, nonché 5 confezioni di farmaci contenenti ormoni
dopanti e denaro contante per complessivi 7.870 euro, anche questo sequestrato quale verosimile provento dell’attività di spaccio, determinandosi, in conclusione d’intervento, l’arresto del quarantacinquenne pratese per il reato di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: