Spaccia e aggredisce i Carabinieri, arrestato un giovane sull’argine del Serchio

PISA – Si aggirava ieri pomeriggio, 6 giugno, in atteggiamenti sospetti, insieme ad altre due persone (probabilmente acquirenti di droga che si sono poi allontanati), sull’argine del fiume Serchio a Filettole, ma alla vista dei Carabinieri, per evitare il controllo, si è avventato contro i militari fino ad essere bloccato dopo una breve colluttazione.

Perquisito, il giovane, un 19enne di nazionalità tunisina, è stato trovato in possesso di 33 grammi di eroina, suddivisa in tre involucri, di 9 grammi di cocaina, suddivisa in tre dosi, di un bilancino di precisione e di una somma di denaro pari a 740 euro, il tutto sottoposto a sequestro.

Il ragazzo è stato così arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale.

Condotto in caserma, dopo le formalità di rito, è stato trattenuto nelle camere di sicurezza, in attesa del giudizio con rito direttissimo previsto per stamattina davanti al Tribunale di Pisa.
Nelle concitate fasi dell’arresto uno dei Carabinieri ha riportato varie contusioni ed escoriazioni, medicate presso l’ospedale Cisanello e giudicate guaribili in quattro giorni.