Spacciano in Pineta, in quattro finiscono in manette

0

VIAREGGIO – Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri del Comando Stazione di Viareggio e della Stazione di Lido di Camaiore hanno setacciato la pineta di ponente arrestando in flagranza di reato 4 cittadini marocchini poiché ritenuti responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali. In particolare i militari, nell’ambito dei costanti servizi eseguiti all’interno della Pineta di Ponente, mettevano in atto un servizio di osservazione in abiti civili che permetteva di accertare diversi episodi di spaccio. Proprio mentre uno dei 4 stava per cedere una dose di cocaina ad una ragazza della Provincia di La Spezia sfruttando la copertura fornita dai 3 complici che facevano da vedette, i militari intervenivano intimando l’alt ai cittadini extracomunitari. Alla vista dei Carabinieri i malviventi si davano alla fuga a piedi prendendo direzioni diverse. Uno venivano immediatamente bloccato mentre un altro veniva scovato accovacciato in una piccola boscaglia. Gli altri 2 invece si davano alla fuga in direzione della passeggiata ma dopo alcune centinaia di metri venivano bloccati da alcuni Carabinieri in bicicletta e da 2 pattuglie della Polizia Municipale del Comune di Viareggio che si trovava in servizio lungo la passeggiata. Questi 2 cittadini stranieri però non si rassegnavano ed aggredivano violentemente i militari che solo grazie all’immediato arrivo di rinforzi riuscivano a bloccarli ed ad accompagnarli in caserma per le incombenze di rito. I quattro, con precedenti e senza permesso di soggiorno, venivano quindi identificati e a seguito di perquisizione sono stati trovati in possesso di 12 dosi di cocaina per un peso complessivo di 9 grammi già pronti per lo spaccio e 989,00 euro in contanti, verosimilmente provento dell’attività illegale, il tutto veniva posto sotto sequestro. Gli arrestati, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono stati associati alla Casa Circondariale di Lucca, mentre gli acquirenti fermati in pineta sono stati segnalati alla Prefettura di Lucca per la violazione della normativa inerenti agli stupefacenti.

I Carabinieri del Comando Stazione di Forte dei Marmi, unitamente a personale della locale Polizia Municipale, nell’ambito dei mirati servizi finalizzati al contrasto della vendita di merce contraffatta messi in atto nelle ultime settimane, hanno invece denunciato un venditore ambulante, nato in Senegal, classe 1944, perché trovato in possesso di 25 orologi di varie marche e 5 borse con marchio “Valentino”, tutto palesemente contraffatto. Tutta la merce è stata posta sotto sequestro.

 

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: