Spacciano nei bagni della scuola, incastrati dalle telecamere: indagati 5 minorenni

FIRENZE -Spaccio a scuola,  nei bagni di un istituto tecnico. Scoperto grazie alle telecamere.

L’inchiesta è della procura presso il tribunale dei minorenni del capoluogo toscano. Cinque i ragazzi indagati, di età compresa tra i 16 e i 17 anni. Sono italiani e albanesi. Le indagini, coordinate dal procuratore capo Antonio Sangermano e condotte dalla squadra mobile della polizia, hanno svelato la presenza di un market della droga. I giovani pusher e i loro acquirenti sono stati immortalati da alcune telecamere piazzate dalla polizia.
Secondo quanto appreso, i clienti degli spacciatori sarebbero almeno una ventina, tutti studenti dell’istituto, per la maggior parte minori. Per due degli indagati sarebbero stati accertati in modo incontrovertibile episodi di spaccio. Approfondimenti sulla posizione degli altri. La polizia ha perquisito le abitazioni di tutti.

Nei giorni scorsi la Polizia di Stato ha effettuato delle perquisizioni delegate dalla Procura dei Minori presso il Tribunale di Firenze a casa di alcuni studenti sospettati di aver ceduto (o comunque consumato) droga nei bagni di un istituto scolastico del Capoluogo Toscano. L’operazione, coordinata dalla Procura dei Minori e condotta dalla Squadra Mobile di Firenze, è partita a seguito di alcune segnalazioni relative ad un presunto spaccio di stupefacenti che avrebbe avuto come scenario proprio i bagni dell’Istituto Scolastico. La vicenda è stata presa molto seriamente dagli inquirenti e in poco tempo la polizia, su imput della Procura Minorile, ha piazzato videocamere nei corridoi dei bagni e negli antibagni della scuola. L’iniziativa non ha tardato a rafforzare i sospetti degli investigatori: alcuni studenti sono stati ripresi proprio mentre – secondo gli inquirenti – avrebbero mostrato o, in un caso specifico, verosimilmente ceduto “sostanza stupefacente” ai loro compagni. L’analisi capillare dei singoli fotogrammi da parte degli agenti della Sezione Antidroga ha poi permesso di focalizzare l’attenzione degli investigatori proprio sui minori ripresi in queste immagini. Nel corso dei controlli, a casa di uno di loro, la polizia ha scoperto e sequestrato marijuana e una bilancina di precisione. Sono ora al vaglio della Procura dei Minori le posizioni degli studenti coinvolti nell’inchiesta. La Questura continuerà la sua attività di contrasto allo spaccio di stupefacenti tra i giovani soprattutto quando questa avviene all’interno o in prossimità di scuole.

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO: