Spacciatore della Pineta in manette: preso dopo un inseguimento rocambolesco

0
indexVIAREGGIO – Un’altra brillante operazione, che ha portato all’arresto di uno degli spacciatori della Pineta di Ponente, è stata conclusa dagli uomini della squadra volante del Commissariato Viareggio.
Nel corso dell’ordinario servizio di controllo del territorio, infatti, le due volanti, mentre pattugliavano la pineta, hanno intercettato un cittadino marocchino, J.S. di 36 anni, in bicicletta, nella zona sterrata alle spalle del “circolo tennis Viareggio.
L’operazione è scattata allorché lo straniero alla vista di una delle volanti si è dato alla fuga.
L’esperienza, l’agilità è il coordinamento tra le due volanti hanno però permesso di arrestare la sua corsa. Infatti, due operatori hanno iniziato l’ inseguimento a piedi dell’uomo, mentre l’altra volante ha cinturato la zona per evitare che scappasse dalla pineta.
Braccata la zona, i 4 operatori, coordinandosi brillantemente, sono riusciti a scovare e a bloccare il cittadino marocchino che si era nascosto in un’intercapedine di un prefabbricato abbandonato.
Accompagnato negli uffici del Commissariato l’uomo è stato trovato in possesso di un panetto di 98,4 grammi di sostanza stupefacente di tipo hashish e di 6,2 grammi di sostanza stupefacente di tipo cocaina, nonché di 50 euro suddivise in banconote di vario taglio e di un cellulare con due microsim.
Arrestato, J.S., già destinatario della misura dell’obbligo di firma per un precedente procedimento a suo carico, è stato oggi sottoposto a giudizio per direttissima presso il Tribunale di Lucca, che ne ha convalidato l’arresto è ha disposto una nuova misura a suo carico di obbligo di firma.

 

No comments