Spaccio di droga, un nuovo pusher in manette

FIRENZE – I Carabinieri di Oltrarno ottengono un altro importante risultato dopo il cambio di strategia nella lotta allo spaccio di droga lungo la direttrice della tramvia avvenuto già nelle scorse settimane e che aveva portato nel giro di un mese a numerosi arresti e denunce.

A partire dal pomeriggio e per tutta la serata di ieri i Carabinieri della Stazione di Firenze Legnaia hanno messo in atto l’ennesimo servizio per il contrasto al fenomeno dello spaccio di stupefacenti operando sia con militari in uniforme che in abiti civili ed il risultato anche in questa occasione è stato caratterizzato da riscontri precisi e puntuali che hanno portato anche stavolta all’arresto in flagranza di uno spacciatore: in questa circostanza però ad attirare l’attenzione della pattuglia non sono stati i presunti assuntori di stupefacente, ma l’anomalo comportamento al passare dell’autovettura di servizio di quello che poi sarebbe risultato essere il venditore.

Al termine di Via Baccio da Montelupo, quasi all’incrocio ove insiste la fermata “La Federiga”, al transito della pattuglia dei Carabinieri, un soggetto ha iniziato a passeggiare nervosamente avanti e indietro nei pressi della fermata degli autobus, attirando l’attenzione dei militari, a conferma di come gli spacciatori abituali presenti lungo la linea 1 della tramvia, probabilmente anche a seguito della massiccia presenza delle forze dell’ordine lungo le fermate, abbiano spostato il loro raggio d’azione in altri luoghi, sempre limitrofi alla linea tramviaria.

Nella rete è finito E.A.E., classe 1992, marocchino, in Italia senza fissa dimora e inottemperante al decreto di espulsione dal territorio nazionale, che è stato controllato e trovato in possesso 20 di grammi di cocaina purissima suddivisa in singole dosi e della somma complessivame di 415 euro in contanti, ritenuti proventi dell’illecita attività. E’ stato pertanto dichiarato in stato di arresto con l’accusa di “detenzione di stupefacente ai fini di spaccio” in attesa del rito direttissimo che si terrà nella mattinata odierna. Nelle sole ultime tre settimane la controffensiva allo spaccio dell’Arma di Oltrarno ha portato già all’arresto di sei persone e alla segnalazione amministrativa di altre dieci.

Lascia un commento