Spazio, rivelazioni Nasa:”Saturno sta perdendo i suoi anelli”

Fra circa 100 milioni di anni Saturno non avrà più i suoi iconici anelli. Pare infatti che il grande pianeta sia destinato a perdere la sua peculiarità perché sta risucchiando con troppa bramosia le loro particelle di ghiaccio e polveri: lo sta facendo al massimo della velocità prevista in base alle osservazioni delle missioni Voyager degli anni Settanta, confermate anche dagli ultimi dati della sonda Cassini pubblicati sulla rivista Icarus dai ricercatori del Goddard Space Flight Center della Nasa.

I calcoli degli studiosi indicano che la ‘pioggia’ di particelle che cade dagli anelli su Saturno fa precipitare una quantità di acqua che potrebbe tranquillamente riempire una piscina olimpionica in mezz’ora. Considerando solo questo fenomeno, il sistema degli anelli sarebbe destinato a scomparire nel giro di 300 milioni di anni, ma nella realtà bisogna tener conto anche di un altro fattore osservato dalla sonda Cassini, e cioè la caduta di materiale degli anelli sull’equatore del pianeta: questo farebbe accorciare l’aspettativa di vita degli anelli a meno di 100 milioni di anni, una bazzecola rispetto all’età del pianeta che supera i 4 miliardi di anni.

E’ certamente difficile immaginare il Sistema solare senza gli anelli di Saturno, ma secondo gli esperti bisogna abituarsi all’idea che rappresentino solo un fenomeno passeggero. Nati probabilmente 100 milioni di anni fa, questi anelli ghiacciati sarebbero già a metà della loro ‘vita’. “Siamo fortunati di poter vedere il sistema di anelli di Saturno”, sottolinea uno degli autori dello studio, James O’Donoghue della Nasa. “Se gli anelli sono temporanei, probabilmente abbiamo appena perso l’occasione di vedere sistemi di anelli giganti anche su Giove, Urano e Nettuno!”.

Fonte: Ansa – NASA