Buffon durissimo contro le scritte di Firenze:”Che cada la mano a chi le ha compiute”

Gianluigi Buffon, intervistato da TikiTaka, programma di punta delle reti Mediaset, si è espresso chiaramente e schiettamente, come è solito fare, sulla questione delle scritte offensive apparse fuori dal Franchi prima di fiorentina – Juventus, che offendevano brutalmente la memoria del grande Gaetano Scirea e delle vittime dell’Heysel.

“Condannare? Chi scrive cose del genere è già stato condannato dalla vita”, esordisce il portiere del PSG, ex Capitano della Nazionale. “Non sono qui per bacchettare le persone – continua Buffon – ma un gesto simile si commenta da solo. E’ un discorso molto delicato, ma non credo che un vero tifoso della Fiorentina possa aver scritto una cosa simile”.

E poi rincara la dose. “Ad un qualunque essere umano che abbia più di quindici anni e che scrive una cosa simile, dovrebbe cadere immediatamente la mano”.

Poi un ricordo di Davide Astori. “Penso a Davide molto spesso durante la settimana. Dopo il giorno del funerale si era creato un clima di maggior serenità tra le tifoserie di Juventus e Fiorentina. Ricordo ancora l’accoglienza che ci riservarono i supporters viola quel giorno: fu veramente commovente. No, non voglio credere che un tifoso della Fiorentina, sette mesi dopo. abbia scritto quelle cose. Non ci voglio credere, sarebbe troppo”.