Bowling, l’Italia è Campione del Mondo: un miracolo sportivo dai risvolti romantici

HONK KONG (di Giacomo Bernardi) – L’Italia del Bowling è Campione del Mondo. E la nazione gioisce. Il giorno dopo, però, perché in effetti non molti erano a conoscenza di questa spedizione, prima della clamorosa vittoria. Una vittoria maturata grazie ad un percorso impeccabile, figlio di sacrifici enormi ed una passione sconfinata per questo sport. I nostri Campioni del Mondo, nella vita di tutti giorni, sono infatti uno studente, un panettiere, imprenditori ed impiegati. Ma oggi sono sul tetto del mondo. “Un miracolo sportivo – ha commentato commosso il ct azzurro Brandolininoi dilettanti che battiamo i super professionisti americani in una finale del mondiale. Un sogno!“.

Gli azzurri, che hanno pagato di propria tasca la trasferta cinese, si sono imposti nella finale di Honk Kong proprio sui maestri americani, Campioni del Mondo in carica, per 2 – 0 (189 – 169; 210 – 166). Pierpaolo De Filippi, Antonino Fiorentino, Marco Parapini, Nicola Pongolini, Marco Reviglio, il più grande con i suoi 53 anni, e Erik Davolio, il più giovane del team, classe 1996: questi sono gli eroi azzurri. Un altro giocatore è dovuto restare a casa, per motivi di lavoro.
“I tempi di Fonzie sono passati– continua ancora il ct, menzionando il celebre personaggio della serie tv Happy Days, che ha fatto conoscere il bowling in Italia negli anni ’70 – ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo risalito la china. Non è stato facile, considerando che abbiamo dovuto affrontare anche la crisi economica, che ha portato alla chiusura di tanti bowling center. Siamo venuti a Hong Kong a costo zero, spesati solo di albergo e vitto, ma con tanto entusiasmo e grinta. Magari questa vittoria porterà qualche cosa anche alla federazione, sarebbe un’ulteriore bella vittoria”. Oggi sono circa 2.500 i giocatori affiliati alla federazione di bowling italiana, ma certamente cresceranno notevolmente in seguito a questo inaspettato trionfo.
Per comprendere la portata e la grandezza della vittoria italiana, è sufficiente analizzare i numeri. Il miglior risultato della Nazionale azzurra ai mondiali di bowling era un terzo posto, risalente al torneo di Milwaukee del 1971. Nell’ultimo mondiale a Las Vegas, invece, l’Italia si era piazzata al 22esimo posto. Se questo non è un miracolo..