All’atleta delle Fiamme Gialle Filippo Tortu i complimenti del Ministro dell’Economia e del Comandante Generale Giorgio Toschi

Ieri, dopo 39 anni, l’atleta delle Fiamme Gialle, il finanziere Filippo Tortu, ha stabilito nel Meeting di Madrid, il primato italiano dei 100 mt., superando il precedente record, conseguito daPietro Mennea alle Universiadi del 1979 a Città del Messico: la sua prestazione, di 9’99 secondi, è destinata a segnare in modo indelebile la storia dell’atletica.

Un motivo in più, quindi, per festeggiare i 244 anni di storia del Corpo, celebrati lo scorso 20 giugno a Roma, in quella struttura, il Centro Logistico Sportivo di Villa Spada, dove crescono icampioni delle Fiamme Gialle e dove, nell’occasione, ha sfilato proprio una rappresentanzadegli atleti del Corpo.

Appresa la notizia, il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Prof. Giovanni Tria, e ilComandante Generale, Gen.C.A. Giorgio Toschi, hanno fatto pervenire le proprie congratulazioni al campione.

“Un’impresa eccezionale che conferma anche in campo sportivo l’eccellenza della Guardia di Finanza” – ha dichiarato il Ministro Tria, esprimendo l’intendimento di incontrarlo quanto prima.

“Lo straordinario record italiano, realizzato dalla nostra Fiamma Gialla Filippo Tortu, a poche ore dalle celebrazioni del 244° Anniversario di Fondazione del Corpo, ci riempie di felicità e soddisfazione – ha affermato invece il Generale Toschi – per aver saputo onorare, nel miglior modo possibile, l’uniforme che indossa con fierezza, confermando, ulteriormente, i numerosi successi olimpici del nostro Gruppo Sportivo.

Le mie congratulazioni vanno anche al papà di Filippo, Salvino, capace nel difficilissimo compito di coniugare il ruolo di genitore con quello di allenatore, e a tutta la famiglia Tortu, per i valori che hanno saputo trasmettere al ragazzo, del cui modo di essere sportivo e Finanziere dobbiamo essere tutti orgogliosi.

Il mio grazie, cui si aggiunge quello di tutti i Finanzieri d’Italia, va a coloro che a vario titolo hanno contribuito a scrivere una pagina indimenticabile dello sport italiano.

Infine, un affettuoso in bocca al lupo a Filippo da parte nostra per le sue prossime impegnative sfide!”.