Stazione di Torre del Lago, un muro per la vita: Salemi presenta una mozione

TORRE DEL LAGO- Un muro per la vita. Questa mattina Rodolfo Salemi, capogruppo consiliare di Forza Italia, ha protocollato una mozione affinché il Sindaco interceda presso RFI per la realizzazione di un muro che impedisca l’attraversamento dei binari nell’ambito della Stazione ferroviaria di Torre del Lago. Considerandola una priorità, alla prossima Conferenza dei Capigruppo Salemi chiederà ai colleghi e al Presidente del Consiglio Comunale di porla in cima all’Ordine del giorno del primo Consiglio utile.

Questo il testo:

“CONSIDERATO CHE
Rete Ferroviaria Italiana SpA è la società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane responsabile della gestione complessiva della rete ferroviaria nazionale;
 
VISTA
la relazione del 23 maggio 2016 della Commissione di Indagine della Direzione Generale per le Investigazioni Ferroviarie e Marittime del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti inerente gli eventi incidentali occorsi, con esiti gravi o mortali, caratterizzati da investimento di persone in ambito di stazioni o relative pertinenze;
 
VISTO
l’articolo 4.3.3 della suddetta relazione di indagine (pag. 93) inerente gli investimenti di persone avvenuti in prossimità della Stazione di Torre del Lago Puccini;
 
CONSIDERATO CHE
– nella suddetta relazione di indagine, nell’articolo inerente gli investimenti di persone avvenuti in prossimità della Stazione di Torre del Lago Puccini, nel solo periodo 01/01/2014-31/03/2015 si annoverano n. 7 (sette) eventi classificati come investimenti di persone, di cui 4 gravi e 3 mortali (pag. 93-94);
 
– nella suddetta relazione di indagine, nell’articolo inerente gli investimenti di persone avvenuti in prossimità della Stazione di Torre del Lago Puccini, nel solo periodo 01/01/2014-31/03/2015 vengono evidenziati altri 17 (diciassette) eventi riconducibili alla presenza di estranei lungo la sede ferroviaria (pag. 94-95);
 
– nella suddetta relazione la Commissione Ministeriale afferma: “L’elevato numero di pericolati incidenti e di investimenti di persone, avvenuti nel periodo esaminato sia nella Stazione di Torre del Lago che nella tratta ferroviaria ricompresa tra la stazione medesima e Pisa dimostra come la zona presenti delle criticità sulle quali si ritiene necessario un intervento urgente da parte del Gestore dell’infrastruttura”;
 
– dopo aver visionato la Banca Dati RFI, la Commissione d’inchiesta ha deciso di effettuare, in data 18 dicembre 2015, uno specifico sopralluogo sia nella tratta ferroviaria Pisa-Torre del Lago Puccini che nella Stazione di Torre del Lago;
 
– il sopralluogo effettuato dalla Commissione Ministeriale di Indagine e l’analisi dettagliata degli incidenti sopraindicati conducono alle seguenti considerazioni (pag. 96): “emerge la necessità di intervenire, con urgenza, prevedendo specifiche misure per impedire l’accesso alla sede ferroviaria e l’attraversamento dei binari sia in ambito della Stazione di Torre del Lago che lungo la tratta ferroviaria che collega la medesima località a Pisa”;
 
– l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie recepisce le raccomandazioni ministeriali e nel giugno 2016 le trasforma in specifiche prescrizioni per RFI;
 
– RFI scrive ad ANSF nel luglio 2016, impegnandosi per la realizzazione di 550 metri di recinzione;
 
RICORDATO CHE
– il 18 novembre 2016, Mattia Musumeci viene investito mortalmente all’età di ventisette anni nel tratto oggetto della Relazione di Indagine;
 
– la popolazione di Torre del Lago Puccini, lo scorso 8 febbraio 2017, ha raccolto mille firme affinché si impedisca definitivamente l’accesso ai binari;
 
PRESO ATTO CHE
gli interventi realizzati fino ad oggi sono risultati inappropriati poiché inefficaci de facto, come recinzioni abbattute o reti sradicate;
 
IL CONSIGLIO COMUNALE IMPEGNA IL SINDACO
 
– ad intercedere presso RFI affinché renda impraticabile l’attraversamento dei binari nei pressi della Stazione di Torre del Lago mediante la realizzazione di un muro lungo Via Matteotti ed impedendo l’accesso alla strada sterrata all’incrocio tra via Matteotti e Via I Maggio;
 
– a riferire in Consiglio Comunale sull’esito degli incontri tenuti con RFI entro 60 giorni dall’approvazione della presente”

Lascia un commento