Ultime News

Strage, le richieste dei pm: “Condannate Ferrovie, Rfi e Fs logistica”

0

VIAREGGIO – Strage di Viareggio, finalmente, questa mattina, sono state formulate le richieste di condanna dei Pm Salvatore Giannino e Giuseppe Amodeo: per Ferrovie dello Stato è stata chiesta la cifra di un milione di euro, e un milione anche per Rfi, Trenitalia e Fs logistica. Assoluzione per Cima Riparazione, mentre per Gatx Rail Austria, detentrice del carro deragliato, l’accusa ha chiesto la sanzione pecuniaria di un milione di euro, come per la Jungenthal di Hannover, l’officina in cui venne eseguita la manutenzione dell’asse, e per Gatx Rail Germania.

Pene da 5 a 16 anni per gli imputati. I pm di Lucca Giuseppe Amodeo e Salvatore Giannino hanno così “quantificato” la banalità del male. All’apertura della requisitoria i pubblici ministeri avevano sintetizzato così le cause della strage di Viareggio: “Superficialità, macchinari obsoleti e controlli non corretti: in poche parole, la banalità del male“. Per l’accusa, il deragliamento del treno – che il 29 giugno 2009 provocò 32 morti – sarebbe stato evitato se fossero state rispettate le regole di sicurezza e i controlli programmati non solo sul convoglio, ma anche sulla rete ferroviaria. E oggi è arrivato il giorno delle richieste di condanna.

Queste le richieste di condanna: Andronico Salvatore (Dirigente del sicurezza di sistema della divisione cargo di Trenitalia) pena richiesta anni 9 di reclusione, Barth Andreas (Dipendente dell’officina Jungenthal di Hannover) richiesta assoluzione, Carlsson Andreas (Direttore dello stabilimento dell’officina Jungental di Hannover) richiesta assoluzione, Castaldo Mario (Direttore della divisione cargo di Trenitalia) pena richiesta 9 anni di reclusione, Costa Giovanni (Direttore della direzione tecnica di Rfi) pena richiesta 9 anni di reclusione, Di Marco Giorgio (Direttore della direzione tecnica di Rfi) -pena richiesta 9 anni di reclusione, Di Venuta Calogero (Direttore compartimentale infrastruttura di Firenze Rfi) pena richiesta 5 anni di reclusione, Elia Michele Mario (Amministratore delegato Rfi) pena richiesta 15 anni di reclusione, Farneti Giuseppe (Direttore della So armamento direzione tecnica di Rfi ) pena richiesta 6 anni e 6 mesi di reclusione, Favo Francesco (Direttore dell’istituto sperimentale di Rfi) pena richiesta anni 9 di reclusione, Fumi Alvaro (Direttore dell’istituto sperimentale Rfi) pena richiesta 9 anni di reclusione, Galloni Gilberto (Amministratore delegato Fs Logistica) pena richiesta 12 anni di reclusione, Frattini Daniele (Dipendente della Cima riparazioni) pena richiesta 8 anni e 6 mesi di reclusione, Koennecke Uwe (Responsabile dell’officina Jungenthal di Hannover) pena richiesta 9 anni di reclusione, Kogelheide Rainer (Amministratore della Gatx Rail Germania e direttore dell’officina Jungenthal di Hannover) pena richiesta 10 anni di reclusione. Kriebel Uwe (Dipendente dell’Officina) pena richiesta 6 anni e 8 mesi di reclusione, Margarita Giulio (Direttore Sistemi di sicurezza circolazione dei treni ed esercizio ferroviario) pena richiesta 13 anni di reclusione, Marzilli Enzo (Direttore della direzione norme, standard, sviluppo ed omologazione di Rfi) pena richiesta 9 anni di reclusione, Mayer Roman (Responsabile manutenzione flotta fatto marco per Gatx Rail Austria) pena richiesta 8 anni e 3 mesi. Moretti Mauro (Amministratore delegato di Rfi e amministratore del gruppo Fs) pena richiesta 16 anni di reclusione ( LEGGI ANCHE: Inferno di fuoco: l’accusa chiede 16 anni per l’ex ad Mauro Moretti  ), Peter Linowski (resposabile sistema manutenzione Gatx Rail) pena richiesa 9 anni, Emilio Maestrini (ex responsabile direzione ingegneria, sicurezza e qualità di sistema di Trenitalia) pena richiesta 8 anni, Johannes Mansbart (amministratore delegato a Gatx Rail Austria) pena richiesta 10 anni, Giulio Margarita, (ex direttore Sistema gestione sicurezza circolazione treni ed esercizio ferroviario della Direzione tecnica di Rfi) pena richiesta 13 anni, Enzo Marzilli (responsabile struttura direzione norme, standard, sviluppo e omologazione Rfi ) pena richiesta 9 anni, Roman Mayer (responsabile manutenzione flotta carri merci Gatx Rail Austria) pena richiesta 8 anni e tre mesi, Angelo Pezzati (ex direttore compartimentale infrastruttura Firenze) pena richiesta 5 anni e 6 mesi, Paolo Pizzadini ( capo commessa settore carri e responsabile tecnico del reparto sale di Cima Riparazioni ) pena richiesta 8 anni, Andreas Schroeter (supervisore esami non distruttivi eseguiti da Kriebel nell’Officina Jungenthal) pena richiesta 7 anni e 6 mesi, Vincenzo Soprano (ex ad Trenitalia, ex ad FS Logistica ) pena richiesta 8 anni, Mario Testa (responsabile Armamento Rfi ) pena richiesta 5 anni, Massimo Vighini (caposquadra reparto carri di Cima Riparazioni ) pena richiesta 7 anni,  Helmut Broedel (responsabile officina revisione sale in Jungenthal) pena richiesta 9 anni. Assoluzioni chieste per Giuseppe Pacchioni (ex direttore generale Cima Riparazioni ) e Stefano Rossi (ex responsabile Armamento Rfi)

I reati contestati, come noto, sono disastro ferroviario colposo, omicidio colposo plurimo, incendio colposo e lesioni colpose gravi e gravissime.  La parola, alle prossime udienze, passerà alle parti civili e poi alla difesa. La sentenza finale è prevista entro la fine di novembre. Mentre la prescrizione incombe su alcuni reati.

No comments