Ultime News

Stragi di mafia del ’93: Berlusconi indagato a Firenze

FIRENZE – Silvio Berlusconi, secondo la certificazione ufficiale, è indagato a Firenze per le stragi di mafia del 1993 nello stesso capoluogo, a Roma e a Milano, come già ero emerso nell’inchiesta riaperta dalla procura di Firenze sulle stragi mafiose del 1993, nell’ottobre del 2017.

A riguardo di questo dibattito Berlusconi è citato come teste della difesa del senatore Marcello Dell’Utri. L’inchiesta Berlusconi e su Dell’Utri fu riaperta a seguito delle intercettazioni in carcere del colloqui del boss di Brancaccio Giuseppe Graviano che nominava l’ex premier come complice e mandane occulto degli eccidi in Continente.

La certificazione è stata depositata questa mattina nella cancelleria della seconda sezione della Corte d’Assise d’appello di Palermo che sta celebrando il giudizio di secondo grado sulla trattativa Stato-mafia.

Berlusconi ad ora potrà avvalersi della facoltà di non rispondere al processo, già convocato il 3 ottobre, l’ex leader di Forza Italia, aveva declinato l’invito giustificando l’assenza per motivi istituzionali al Parlamento europeo.