Strangolata, svolta nelle indagini: il 27enne fermato confessa

0

indexFIRENZE – L’assassino ha confessato, ammettendo le proprie responsabilità.  Svolta nelle indagini: è stato fermato questa notte a Firenze, con l’accusa di aver ucciso Ashley Olsen, la 35enne americana trovata morta nella sua casa a Firenze, l’uomo, Cheik Diaw, un senegalese di 27 anni, finito nel mirino degli inquirenti. Non solo le videocamere lo avevano immortalato mentre accompagnava la ragazza, ma il risultato dell’esame del Dna fatto su un mozzicone di sigaretta e un preservativo trovati nel bagno, è stato determinante, portando all’arresto. Rintracciato nella sua abitazione, che divide col fratello in via del Castagno, Diaw è stato ammanettato e portato in Questura. Alla Poliza il giovane straniero ha raccontato di non aver avuto l’intenzione di uccidere. Si sono incontrati in un locale, e poi sono andati a casa di lei. I due avrebbero  prima avuto un rapporto ma poi avrebbero litigato. Lui l’ha spinta e lei ha battuto la testa. I segni di strangolamento sarebbero legati al fatto che avrebbe cercato di rialzarla. La causa della discussione, il fatto che la ragazza, dopo il rapporto sessuale, avrebbe detto al 27enne di andarsene perchè stava per arrivare il suo fidanzato. “Non sono mica un cane”, avrebbe risposto lui – cosi nel racconto fatto agli uomini della sezione omicidi della Squadra Mobile fiorentina – per poi spingerla in terra.  “Aspettiamo gli esami tossicologici su Ashley – ha detto il procuratore Giuseppe Creazzo – abbiamo elementi per pensare che avessero assunto sostanze che non li rendevano lucidi, alcol di sicuro, forse altro. Non risulta inoltre che si conoscessero e non ci sono tracce di giochi erotici”.  Cheik Diaw era in Italia da pochi mesi ed è irregolare sul territorio italiano. Ashley Olsen è morta per strangolamento, ma la morte “sarebbe sopravvenuta anche per altre lesioni: l’autopsia ha fatto rilevare due fratture al cranio”, ha aggiunto durante la conferenza stampa in Procura di questa mattina il procuratore di Firenze Giuseppe Creazzo.

L’alibi del fidanzato della donna, Federico Fiorentini, un pittore fiorentino di 42 anni, come già scritto nei giorni scosi, è stato riscontrato ed è solido.

No comments