Succo di mela falso: scoperto un giro d’affari di milioni di euro nel pisano

PISA – “Sicuramente siamo spiazzati perchè quanto emerso in relazione all’indagine della Guardia di Finanza che vede fra gli indagati anche l’amministratore delegato dell’Fc Ponsacco 1920 Walter Buonfiglio per noi è stato un vero e proprio fulmine a ciel sereno, ma già dal pomeriggio ci siamo ritrovati attorno allo stesso tavolo per capire se e come dare continuità al calcio nella nostra città”.

A parlare il sindaco di Ponsacco Francesca Brogi e il presidente del club rossoblu Massimo Donati che ieri, martedì 25 giugno, si sono ritrovati per valutare le conseguenze dell’arresto dell’amministratore delegato del Ponsacco, che detiene il 98% delle quote della società calcistica della città del mobile, nell’ambito dell’operazione ‘Bad Juice’: scoperto infatti un giro d’affari di milioni di euro che ruotava intorno a succo di mela venduto come biologico ma che in realtà non lo era.

“Abbiamo fiducia nella magistratura, ma in questo momento per noi la priorità è fare il possibile per salvaguardare l’Fc Ponsacco1920 e la categoria in cui milita (serie D, ndr) – hanno sottolineato entrambi – il momento è oggettivamente difficile e le vie d’uscita sono tutte da cercare e percorrere. Di sicuro ci rivedremo ancora, nei prossimi giorni, per capire, concretamente, come muoverci per mantenere il vita il club rossoblu e consentirgli di militare ancora in quelle categorie in cui, non senza sacrificio, è tornato a militare da qualche stagione. Sarà nostra cura tenere costantemente informata la tifoseria, comprensibilmente disorientata, come noi, dai fatti delle ultime ore”