Superbonus, Mazzetti (FI): “Chi propone riduzioni o modifiche delle regole in corsa sbaglia. Lavorare a estensione a più categorie di immobili”

0

“Sul Superbonus 110% nessun indietreggiamento” ribadisce Erica Mazzetti, Deputata di Forza Italia, dopo il botta e risposta tra Salvini e Patuanelli. “La proroga fino al 2023 non è improbabile, dovrebbe essere un primo passaggio per renderlo stabile e maggiormente programmabile per cittadini e imprese, con vantaggi per loro e per l’ambiente. Ridurlo adesso dal 110% a 80% , dopo tanto impegno, cambiando le regole del gioco in corsa, non ha senso e crea solo ansia– rimarca Mazzetti – anzi dobbiamo lavorare alla sua estensione a più categorie di immobili senza limiti , come nel caso dell’ISEE e della retroattività , come noi di Forza Italia chiediamo da tempo. Per esempio, possiamo estendere il maxi-incentivo anche alle strutture produttive e sportive , contribuendo a migliorare anche questi immobili a fare un salto di qualità energetico e strutturale ”. La progressiva riduzione del Superbonus “è già prevista per il 2024 ed è comprensibile visto l’impiego di risorse che richiede sebbene l’edilizia sia un settore da sempre trinante”. “Già adesso dobbiamo essere chiari sui metodi e le regole, senza parlare di riduzioni, variazioni negative, retroattività si rischia una penalizzazione per i lavori già iniziati con una nuova paralisi. Restiamo favorevoli ai controlli, visto che si sono registrati degli abusi, anche consistenti (800 milioni stimati), ma tutto questo non può bloccare la miglior misura perl’edilizia che in maggioranza lavora in sicurezza e legalità e per assicurare maggiormente i giustizialisti abbiamo proposto l’introduzione della qualificazione delle imprese per opere consistenti ma non accettiamo a priori preconcetto della colpevolezza” conclude Mazzetti.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: