Tallio: 40 campionamenti la settimana nelle case di Valdicastello

VALDICASTELLO – Tallio, campionamenti in case e terreni, stato dei lavori dello studio epidemiologico, caratterizzazione del torrente Baccatoio e gli interventi per la rimozione dell’eternit in località Rezzaio. E’ durato oltre 3 ore il tavolo tecnico convocato dall’amministrazione comunale di Pietrasanta e coordinato dal vice sindaco, Daniele Mazzoni a cui hanno partecipato Direttore e Sorvegliante delle miniere di Valdicastello, i rappresentanti Regione Toscana, Asl 12, Arpat, Università di Pisa, Gaia, Autorità Idrica Toscana e i comitati di Pietrasanta, Pollino e Valdicastello. Sul tavolo tutti i principali temi: dal tallio e la novità dei 40 campionamenti settimanali nelle case di Valdicastello oltre ai campionamenti per Pietrasanta e Pollino, al torrente Baccatoio passando per le indagini epidemiologiche inerenti sia l’emergenza tallio che l’inceneritore del Pollino che saranno completate entro la fine di agosto per essere presentate a settembre a tutta la popolazione. Preoccupazioni in più occasioni erano emerse sulla possibile contaminazione di ortaggi e prodotti agricoli coltivati nei terreni delle aree potenzialmente inquinate. A fornire un nuovo aggiornamento sono state l’Università di Pisa che ha eseguito le analisi e l’Asl che sta procedendo a campionare ed analizzare gli ortaggi. Il tavolo ha chiesto una accelerazione dei campionamenti e dei risultati con l’impegno. In caso di potenziali pericoli per la salute l’amministrazione comunale procederà, se necessario e dopo avere avuto i riscontri oggettivi delle analisi, a tutti gli atti amministrativi necessari per vietare coltivazione e consumo. Aggiornamenti sono stati forniti anche sul fronte del piano di caratterizzazione del torrente Baccatoio nei confronti del quale, è stato assicurato dai rappresentanti della Regione Toscana, non mancherà il sostegno del governo regionale. La Regione Toscana – è stato ricordato – ha stanziato 3 finanziamenti di cui uno importante di oltre 190.000 euro per gli studi dell’Università di Pisa. E’ atteso per la metà di luglio la consegna della terza relazione da parte dell’Università di Pisa: i dati saranno condivisi dal tavolo di lavoro e diffusi in un incontro organizzato e concordato all’interno del quale saranno divulgati i dati emersi. Chiarita dai tecnici presenti la vicenda della presunta rimozione degli stramazzi alle miniere che in realtà non c’è mai stata.

E’ pronto il progetto ma l’amministrazione sta aspettando il finanziamento per procedere alla rimozione dell’eternit in località Rezzaio richiesto dagli abitanti anche nell’ultimo incontro con l’amministrazione ed il Comitato Valdicastello che ha anche sollecitato l’interramento di un tubo in località Parigi che insiste sul terreno di un privato. Il Comitato ha dato disponibilità per parlare con il privato, in caso contrario l’amministrazione, vista la pubblica utilità dell’intervento, valuterà un esproprio.

L’amministrazione ricorda che la registrazione dei lavori del tavolo è a disposizione di tutti i cittadini sul sito internet del Comune, per precisa volontà  dall’amministrazione Mallegni che sta pubblicando analisi e documenti perché siano a disposizione di tutti i cittadini e studiosi.

Lascia un commento