Ultime News

Shake the show: il Festival di Teatro Rumore sta per arrivare a Torre del Lago

TORRE DEL LAGO PUCCINI – Commedie irriverenti e tragedie shakespeariane, nel festival “Shake the Show” di Teatro Rumore, al via lunedì 11 giugno. Ogni sera, fino a domenica 17, all’Auditorium Caruso, a Torre del Lago, fino  a mezzanotte, vanno in scena i bambini e ragazzi della scuola Teatro Rumore di Davide Moretti.

Ogni serata si apre alle 19 o alle 20 con una performance dei più piccoli e si chiude con un’opera del Bardo, messa in scena dagli allievi più grandi. Con un solo biglietto, del costo di 5 euro, è possibile assistere a tutte le performance della stessa sera.

Da segnalare, mercoledì, giovedì e venerdì, alle 22:00, e domenica alle 21:30, “Amleto. Non abbattermi”: una versione comica e senza drammi (pure un po’ volgare) della celebre tragedia che ha per protagonista il principe di Danimarca. Una lettura non convenzionale dell’opera, che tralascia il monologo “essere o non essere” e si avventura su un terreno più prosaico, che ha per protagonista non la follia di Amleto, ma la sua voglia di leggerezza, il suo desiderio irrefrenabile di ballare le hit musicali insieme a Ofelia. Un inno alla vita, da amare oltre le storture e le avversità, uno spettacolo divertente ma non per questo meno ricco di emozioni e riflessioni. Il finale, un omaggio al femminismo e all’emancipazione delle donne, stupirà il pubblico.

Più tradizionale e fedele al testo, invece, “Macbeth. Piena di scorpioni è la mente”. Va in scena lunedì, martedì e sabato (lunedì e sabato alle 22:00, martedì invece alle 22:15), la nota tragedia di William Shakespeare ambientata in Scozia, nell’XI secolo, e che ha per protagonista il nobile che dà il titolo all’opera. Incalzato dalle apparizioni di alcune streghe, che gli predicono che in futuro diventerà re, Macbeth inizia a tormentarsi: il destino si compie da solo o lui deve dargli atto, facilitando le cose, uccidendo chi si pone tra lui e l’avverarsi della profezia? Una tragedia intramontabile sulla forza di volontà, l’ambizione, il senso di sé e il rapporto con l’occulto.

Al confine tra il surreale e la cronaca, “I Puffi nella Terra dei Fuochi”, in scena lunedì, mercoledì e giovedì alle 20:00, ha per protagonisti, come da titolo, i celebri esserini blu. Ma stavolta non amano più la natura: sotto la guida di Grande Puffo, si dedicano a sotterrare i rifiuti radioattivi e a incendiare le discariche, con la complicità di Gargamella e dei Puffi “colletti bianchi”, che hanno studiato economia nelle migliori università del nord. Una denuncia delle ecomafie in salsa puffesca.

Teatro Rumore torna a proporre il suo apprezzato “Questo Strangolato Rumore”, martedì 12 giugno alle 20:30 e sabato 16 alle 20:00. Composto da Davide Moretti, unico spettacolo italiano al Brighton Fringe Festival, in Inghilterra, nel 2015. In un manicomio immaginario, liberamente ispirato alle storie di Maggiano narrate dallo psichiatra – scrittore Mario Tobino, i pazienti esibiscono disturbi, manie e fragilità. Tra pasticche ed elettroshock, il personale cerca di contenerne la pazzia, ignorarne l’umanità, ma resterà sopraffatto.

Questo e molto altro, al festival “Shake the Show”, organizzato da Teatro Rumore con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e il patrocinio di Festival Pucciniano, Comune di Viareggio e Istituto Comprensivo Tomei di Torre del Lago. L’iniziativa infatti ha anche un’anima sociale: gli alunni delle scuole Tomei di Torre del Lago che partecipano al progetto “A Teatro con Rumore”, che vuole incentivare l’amore per il teatro tra i giovani, potranno assistere gratuitamente agli spettacoli.

Il costo del biglietto è di 5 euro, acquistabile la sera stessa in teatro o in prevendita (info 331 6211682, teatrorumore@gmail.com). Con un solo biglietto è possibile assistere a tutte le performance della stessa serata. 

Per ulteriori informazioni, www.teatrorumore.com, pagina Facebook Teatro Rumore